23 novembre 2012 redazione@ciociaria24.net

Enzo Di Stefano: “Interventi di urbanizzazione primaria a Cassino”

“I compiti di un’azienda come l’Ater, la cui particolare funzione socio economica cresce di giorno in giorno, non devono fermarsi alla costruzione di nuovi alloggi o alla loro manutenzione. Esistono, infatti, anche altri ambiti di intervento, ugualmente importanti per la crescita e lo sviluppo del territorio. Tra questi, vanno considerate senza dubbio le opere di urbanizzazione primaria, come ad esempio quelle che ci accingiamo a compiere a Cassino”.

Il presidente dell’Ater di Frosinone, Enzo Di Stefano, parla dell’imminente avvio di alcuni interventi di urbanizzazione in Località San Bartolomeo a Cassino.

“Il quartiere San Bartolomeo, nel quale risiedono numerosissimi utenti Ater, è oggetto di costante attenzione da parte dell’azienda, che lo ha sempre considerato come un complesso abitativo da valorizzare e riqualificare. In tal senso – spiega Di Stefano –  abbiamo programmato una serie di opere di urbanizzazione primaria, per le quali nelle prossime settimane procederemo alla consegna dei lavori, che aiuteranno ad innescare un armonico processo di sviluppo per l’intera zona. Questo genere di interventi, infatti, rappresenta il biglietto da visita senza il quale sarebbe impossibile tracciare programmi di crescita.

L’iniziativa dell’Ater si articolerà in alcune direttive principali, a partire dall’allargamento di via Iannacone e dalla realizzazione di marciapiedi, segnaletica, spartitraffico e nuove asfaltature. In aggiunta a ciò, creeremo nuovi tratti fognari, andando anche a sistemare i tratti di raccolta delle acque piovane. Dedicheremo attenzione alla riqualificazione delle aree verdi, nelle quali installeremo giochi per bambini e realizzeremo una piazza pubblica adeguatamente illuminata. Il nostro progetto, inoltre, prevede la sostituzione di alcuni pozzetti a ridosso dei marciapiedi e la nascita di un’ isola per la raccolta dei rifiuti.

Anche Tommaso Marrocco, componente del Cda dell’Ater, esprime la sua soddisfazione: “Un importante passo in direzione della valorizzazione di un popoloso contesto abitativo. Grazie a questi interventi – afferma – l’Ater ribadisce il proprio costante contributo al decoro e alla riqualificazione urbana, nell’esclusivo interesse di utenti e cittadini”.

Menu