venerdì 3 agosto 2012

Dopo Europa e Stati Uniti, successo di Pino Daniele a Cassino per “Gli Archi Village” 2012

Sono state le sue note profumate di jazz, soul e di ritmi che giungono dai vicoli di Napoli ma anche da terre lontane ad incantare letteralmente il pubblico che anche per il secondo appuntamento della kermesse ha inondato la splendida cornice del Centro Commerciale “Gli Archi”, doppiando il successo della prima serata tenuta a battesimo da Antonello Venditti.

Dopo la forte attesa per l’apertura dei cancelli, il pubblico osannante ha atteso che le prime note della chitarra di Pino Daniele risuonassero alte per esplodere in una ovazione mai vista prima. Il “nero a metà, l’americano della nuova Napoli, l’uomo in blues” ha rapito letteralmente il suo pubblico che ha risposto con grande partecipazione ad una esibizione assolutamente coinvolgente. Il grande artista, classe 1955, napoletano del centro storico, ma straordinariamente internazionale nelle sue sonorità ed interpretazioni, ha riproposto nella sua esibizione de “Gli Archi Village 2012” – possibile solo grazie alla lungimiranza ed all’impegno degli organizzatori della kermesse che hanno consentito di inserire Cassino in un tour che ha toccato l’Europa e gli Stati Uniti- i suoi successi più apprezzati. La sua straordinaria performance accanto a musicisti del calibro di Omar Hakim, Rachel Z, Gianluca Podio e Solomon Dorsey ha contemplato brani della sua straordinaria storia musicale (da “Napule è” a “Je So’ Pazzo”) con alcune incursioni ‘moderne’.

Nella tappa cassinate de “Gli Archi Village 2012”, Pino Daniele ha infatti alternato le sue canzoni più celebri a brani contenuti nel suo nuovo album di inediti “La Grande Madre”:« La Grande Madre è il sangue misto della musica, è il cordone ombelicale che ci lega ai quattro elementi del pianeta, è il codice per entrare a far parte della rinascita ed il rinnovamento dello spirito ogni qualvolta le note cercano di comunicare […]. La ricerca della Grande Madre – nell’idea discografica di Pino Daniele – è il viaggio che ognuno spera di intraprendere per un futuro migliore». Il grande artista partenopeo (solo di origine, cosmopolita nell’animo) al termine della spettacolare esibizione ha ringraziato il caloroso pubblico de “Gli Archi Village”, letteralmente incantato dalla sua magia musicale. Ma la kermesse è soltanto allo start-up: la platea, ora tutta degli Afterhours, già attende l’arrivo sabato di Emma Marrone.

[nggallery id=21 template=caption]

Ti potrebbe interessare
Plantari posturali a Roma: quali scegliere e dove rivolgersi per non sbagliare

Plantari posturali Roma - Plantari posturali a Roma? Noi sappiamo dove, quando e perché. Se a seguito di un'analisi baropodometrica sono emergono, per quel ...

Riabilitazione ernia del disco: come e dove farla a Roma

Ernia del disco Roma - Un’ernia del disco si crea nel momento in cui avviene una rottura dell’anulus con conseguente fuoriuscita dal disco ...

Crio compressione a Roma: di cosa parliamo, a chi serve e dove farla

Crio compressione Roma - La crio compressione è quel trattamento terapeutico che ci consente di ridurre edemi e infiammazioni di tessuti traumatizzati, attenuando il dolore ...

Video su Instagram: come crearli nel modo più efficace

Instagram - È oramai risaputo che i video sono molto incisivi sul social. Il loro successo, più o meno elevato, tuttavia, dipende dalla ...