7 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Di Nota: “Dopo Mirafiori, la Fiat indichi il piano di produzione per Piedimonte San Germano”

> > >“La notizia dell’accordo tra Marchionne e i sindacati che prevede l’investimento da parte di Fiat Auto di una cifra pari ad un miliardo di euro per lo stabilimento di Mirafiori è certamente positiva. Apre un spiraglio e una speranza di futuro: significa che l’azienda vuole continuare a investire in Italia.
>
>Ora, però, oltre a Mirafiori, occorrerebbe che la Fiat facesse i dovuti annunci anche per gli altri stabilimenti, tra i quali certamente quello Piedimonte San Germano.
>
>Se a Mirafiori si costruiranno Suv Maserati per il mercato internazionale, vogliamo capire cosa si produrrà a Piedimonte, dove ci sono tutte le condizioni ottimali per rendere centrale lo stabilimento nel piano di rilancio di Fiat auto.
>Ho già evidenziato come sia un dovere morale per Fiat investire e produrre nel nostro paese. Ora è il momento di passare dalle parole ai fatti.
>
>Per cui dopo l’annuncio su Mirafiori, attendiamo stesse positività per tutti gli altri stabilimenti d’Italia, in particolare attendiamo che vengano chiariti con la stessa celerità i piani di investimento anche per Piedimonte San Germano”
>
>Antonio Di Nota – Presidente Unione Cinquecittà
Lorini Homemake presenta:
Lorini Homemake presenta: "L’anomala guida illustrata della Ciociaria". Siete tutti invitati!

Talk sull'opera e a seguire degustazioni di prodotti del territorio.

Menu