venerdì 2 maggio 2014

“Contaminazione con sostanze radioattive”. Muore il poliziotto che indagò sui rifiuti interrati

Roberto Mancini, 54enne vice commissario di Polizia che indago alla fine degli anni 90 sull’interramento di rifiuti tossici a Cassino e nel Lazio Meridionale è morto a Perugia stroncato da un male incurabile. L’indagine partì nel 1994 dalla Città Martire. Anni dopo tornò a Cassino per la questione dei presunti interramenti a Nocione. A provocare la morte del poliziotto sarebbe stato un tumore causato dalla contaminazione con sostanze pericolose e radioattive.

PUBBLIREDAZIONALE - Impossibile resistere alle offerte dell'estate Peugeot.

PUBBLIREDAZIONALE - Con i preziosi consigli della Specialista in Dermatologia del Poliambulatorio Ce.Ri.M. di Sora, potremo gestire al meglio l'esposizione della nostra pelle ai raggi solari.