venerdì 18 gennaio 2013

Consorsio di Bonifica “Valle del Liri”: contrario ad impianto di compostaggio a Piedimonte San Germano

presidente

La realizzazione di un nuovo impianto di produzione di ammendanti per l’agricoltura da ubicare in Piedimonte San Germano, tra le frazioni Volla e Ruscito, è stata oggetto di discussione in seno al Comitato Esecutivo chiamato a dare un parere sull’impatto ambientale dell’opificio, che ricade in area consortile.

Il progetto è stato trasmesso al Comune di Piedimonte San Germano da una società bergamasca e su di esso si è già negativamente espressa la stessa Amministrazione Comunale con una delibera della Giunta Comunale.

Fortemente critica con il progetto anche l’associazione di categoria agricola Coldiretti.

Il progetto prevede il recupero di rifiuti urbani (35.000 tonnellate) e speciali (5.000 tonnellate) per la produzione di compost da utilizzare in agricoltura.

L’esecutivo consortile ha affrontato l’argomento nella seduta di ieri (presente il presidente, dottor Pasquale Ciacciarelli, il vice presidente Walter Corsetti ed i consiglieri Antonio Trelle, Giuseppe Trelle e Carlo Ferdinandi), soffermandosi, in particolare sull’impatto ambientale che l’impianto arrecherebbe sulla rete idrica di propria competenza.

All’unanimità è stato stabilito di richiedere alla Regione Lazio – Direzione Ambiente, che “il progetto per la realizzazione di un impianto per ammendanti per l’agricoltura da frazione organica differenziata non venga approvato e che venga impedita la localizzazione nell’area indicata”.

Il presidente Ciacciarelli evidenzia che “il sito su cui dovrebbe sorgere l’impianto è prettamente agricolo e come tale non compatibile per l’insediamento di una simile struttura sia sotto il profilo ambientale che igienico-sanitario.

L’impianto produrrebbe effetti negativi ai vicini centri abitati (Ruscito, D’Aguanno, Castelluccio, Volla e Piumarola) ma anche alle numerose aziende agricole ubicate nelle immediate vicinanze.

Il progetto, inoltre, è particolarmente deficitario sull’aspetto degli scarichi idrici le cui conseguenze negative si ripercuoterebbero decisamente sui vicini corsi d’acqua ed in particolare su quelli di competenza del Valle de Liri (Rio Vernile, Fosso Ruscito e del Rio Spalla Bassa), dai quali si attinge acqua per uso irriguo”.

E’ stato evidenziato che i punti critici del progetto sono rappresentati dalle interferenze con le attività limitrofe, dalle emissioni di esalazioni nell’atmosfera, dai citati scarichi idrici, dall’impatto sul paesaggio agricolo e dagli effetti sulla salute pubblica.

Le aree circostanti l’impianto sono anche a rischio esondazione con conseguente pericolo di inondazione dell’impianto e conseguente inquinamento delle aree circostanti e dei corsi d’acqua di recapito.

L’attività di compostaggio presenta dei rischi di tipo sanitario relativi al sito in cui si produce per i lavoratori e per la popolazione residente, mentre l’utilizzo del compost in agricoltura potrebbe essere fonte di pericoli diversi (citotossicità e bioaccumulo)”.

Carlo Ferdinandi, membro dell’Esecutivo del Valle del Liri e referente della zona su cui dovrebbe sorgere l’impianto, ha ricordato che “il progetto viene riproposto per la seconda volta a distanza di cinque anni, addirittura quasi raddoppiando la quantità di rifiuti da trattare (da 25 a 40.000 tonnellate); la zona interessata è fortemente abitata e a vocazione agricola, vi insiste un vincolo idrogeologico ed classificata inedificabile; è in un contesto agricolo e in presenza di importanti corsi d’acqua utilizzati a fini irrigui.

Tra l’altro l’area interessata è una piccola zona industriale individuata nel ’70 dal Comune, non dal Consorzio di Sviluppo Industriale, per cui l’eventuale insediamento creerebbe anche notevoli problemi urbanistici e di viabilità”.

La  delibera, con la quale il Comitato esecutivo del Consorzio di Bonifica Valle del Liri ha espresso parere negativo alla realizzazione dell’impianto, verrà ora trasmessa per competenza alla Direzione Ambiente della Regione Lazio cui spetta il compito di valutare, favorevolmente o meno, l’Impatto ambientale dell’impianto.

Da Jolly Auto, concessionaria FCA del Gruppo Jolly Automobili, parte una fortissima azione di marketing in collaborazione con Leasys.

Cori da stadio in municipio: cade il governo M5S
22 ore fa

ALESSIO PORCU - Cade il III municipio della Capitale. Sfiduciata la mini sindaca del M5S. Cori da stadio. Da entrambi i fronti. ...

Sora - Studente morto, il feretro in viaggio verso la Sicilia
1 giorno fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Nella serata di oggi la salma del 24enne Biagio Pace Orsocane, lo studente di Scienze Infermieristiche dell’Università Tor Vergata – ...

Scopre di avere un tumore ed il marito l'abbandona. Costretta a vivere con meno di 300 euro mensili e con due figli
11 ore fa

FROSINONE TODAY - Il marito se ne va di casa perchè la moglie, una donna di 44 anni, si era ...

Ceccano, prima alza la voce poi le mani: cliente picchia commercialista
6 ore fa

FROSINONE TODAY - Botte da orbi questa mattina nello studio di un noto commercialista di Ceccano. La motivazione? Il professionista non aveva ...

Sora - Occupa una casa popolare, assolta 40enne
24 ore fa

LA PROVINCIA QUOTIDIANO - Il marito disoccupato, due figli minorenni. Un evidente stato di necessità dimostrato in aula, durante il processo. Una 40 enne di ...

Inossidabile Fiesta: la piccola di casa Ford diventa grande
1 giorno fa

AUTOSHOW24 - Stavolta ce n'è davvero per tutti, dai drivers basic a quelli più esigenti. La nuova Ford Fiesta si è presentata al ...

E tu che Tipo sei? Be Free o Be Free Plus?
1 giorno fa

AUTOSHOW24 - Jolly Auto, in collaborazione con Leasys, azienda leader europea nel noleggio a lungo termine, ha studiato una strepitosa formula rateale ...

Gennaio 2018 positivo per il mercato dell'auto. Ecco chi è andato meglio nei Top 5 d'Europa
2 giorni fa

AUTOSHOW24 - Buon inizio di 2018 per tutti i maggiori mercati europei dell'auto, fatta eccezione per il Regno Unito, l'unico che ha registrato ...

Europrogetto DTT, la Regione Lazio ha candidato Frascati
1 giorno fa

THESTARTUPPER - Realizzare in sette anni un impianto in grado di fornire energia elettrica da fusione nucleare entro il 2050. Si chiama DTT, Divertor Tokamak Test ed e' il progetto europeo a cui la Regione Lazio ha candidato il centro Enea di Frascati.

Meno operai, solo specializzati e trasversali: ecco il futuro del Lavoro
1 giorno fa

THESTARTUPPER - Il futuro del mondo del Lavoro in provincia di Frosinone. L'analisi del Consiglio Generale Cisl riunito a Fiuggi. La radiografia del settore. Le prospettive. Le vertenze aperte. I risultati raggiunti. No ai populismi. Ecco dove stiamo andando.

La Birra dell'anno? Viene prodotta in 5 aziende del Lazio
3 giorni fa

THESTARTUPPER - Cinque birre laziali conquistano la medaglia nella XIII edizione del premio 'Birra dell'Anno' promosso da Unionbirrai. I numeri di un fenomeno industriale in crescita.