Cnu Campionati Nazionali Universitari Cassino 2013: il Cus Torino guida il medagliere. Sale l’attesa per le gare di atletica [FOTOGALLERY]

Ed ora i Campionati Nazionali Universitari di Cassino entrano nel vivo. Da venerdì 24 maggio, prenderanno il via le gare di atletica sulla nuovissima pista intitolata a Mennea. Domenica, all’interno dello stadio Salveti, saranno quindi assegnate le medaglie. Una gara nella gara, dunque, per vedere chi sarà il primo “oro” del nuovo impianto. Proprio nel torneo di calcio a 5, intanto, a seguito del ricorso del Cus Siena, la compagine del professor Calce sembra sia stata costretta a ritirare la squadra, in seguito ad una presunta violazione del regolamenti di gara.

A spegnere il focolaio delle polemiche interviene il professor Carmine Calce. «Non so esattamente come siano andate le cose. So del documento consegnato da una ragazza e non è chiaro se l’anno di nascita sia il 1984 o il 1985. Voglio però dire che il calcio a 5 è un’attività promozionale, quindi gestita da noi, non dal Cusi». Intanto oltre al calcio a 5, da oggi, mercoledì 22 maggio, hanno preso il via  – e continuano anche domani –  le gare anche di: scherma, volley maschile e femminile, calcio a 11, basket, tennis e rugby. Nel volley femminile il Cus Perugia bissa il successo dell’esordio e mantiene l’imbattibilità nel Campionato Nazionale Universitario. Nelle gare di scherma brillano invece il Cus Pisa – nella spada maschile – con Marco Gori Cus Pisa. Mentre il secondo posto è andato a Edoardo Munzone Cus Catania e il terzo a Andrea Baroglio Cus Milano.

Il Cus Bologna brilla  nella sciabola femminile portando a casa primo e secondo posto con Francesca Ponti Cus Bologna e  Virginia Laurenti Cus Bologna. Terzo posto a Romina Biaggi Cus Roma Foro Italico.  Al “Salveti” ottima prova del Cus Cassino che, seppur battuto 2 a 1 dal Cus Parma, incassa comunque una prestazione da applausi. Nella pallacanestro Genova e Bologna sono le squadre da battere, ma intanto a guidare il medagliere è, incontrastato, il Cus Torino. La compagine piemontese guida la classifica con 20 medaglie, di cui 8 ori. A seguire, con 7 titoli, troviamo pari merito Milano e Cosenza. A quota sei Chieti, Napoli e Tor Vergata. Per i padroni di casa, finora l’unica medaglia è arrivata dal judo, con Prisko Casertano che ha conquistato l’oro. Ma siamo solo a metà del cammino: presto, la compagine del professor Calce, potrebbe incassare altre medaglie. Anche se, tuttavia, sembra oramai impossibile contrastare i grandi atenei in cima al medagliere di questa edizione cassinate.

[nggallery id=53]

Menu