Clamorosa iniziativa a Cassino: diversamente abili chiusi in gabbia

“E se qui ci fossi tu”. Uno striscione con questa scritta campeggiava stamane accanto ad una sedia a rotelle chiusa in una gabbia fatta con canne di bambù. Nei dintorni, altre gabbie con dentro persone vere, a testimoniare l’isolamento sociale patito dai diversamente abili. Alcuni avevano addirittura la bocca chiusa da un pezzo di nastro adesivo. L’iniziativa, a cura del Dipartimento delle Scienze Umane, Sociali e della Salute coordinato dalla Prof.ssa Fiorenza Taricone.

Menu