venerdì 17 febbraio 2017 redazione@cassino24.it

CASSINO – «Tutti lavorino per l’Ospedale Santa Scolastica!»

“L’idea di una cittadella della sanità nella sede che ospitava l’ex ospedale Gemma De Posis è da ammirare, ma credo che sia necessario che tutti lavorino con più impegno per l’attuale ospedale della città. E’ infatti è noto a tutti lo stato di profonda criticità in cui versa il nosocomio della città martire”. Lo ha dichiarato il vice sindaco e assessore alla Sanita’ del Comune di Cassino, Carmelo Palombo.

Personale sanitario insufficiente, macchinari fuori uso, lunghe file di attesa per esami diagnostici e reparti affollati e con posti letto inadeguati ad offrire una risposta concreta alle necessità degli utenti del territorio. La cittadella della sanità potrebbe essere un’ottima idea ma non la soluzione ai disagi vissuti quotidianamente dai medici, dagli infermieri e dai pazienti. Quando la struttura del Santa Scolastica funzionerà a pieno regime, garantendo i servizi minimi, e non solo, ai cittadini allora si potrà pensare di progettare altre strutture sanitaria. Anche perché non si riesce a garantire il corretto funzionamento di una struttura attiva, figuriamoci di una dismessa. Vorrei inoltre far presente che quell’edificio è rimasto serrato dal giorno della chiusura dell’ospedale, andrebbe quindi ripulito, bonificato e riqualificato per la nuova destinazione. Un’operazione che richiede del tempo, ma soprattutto delle risorse. Dopo gli eventuali tagli del nastro l’obiettivo principale sarebbe quello di mantenerlo aperto ed efficiente, tutti aspetti che il consigliere regionale Marino Fardelli dovrebbe tenere ben presenti quando parla di progetti simili. Negli ultimi anni, infatti, ci hanno abituati a passerelle  e proclami che hanno visto poche volte realizzarsi. Per ogni infermiere arrivato, due sono stati trasferiti, per ogni medico in più, altri se ne sono andati in pensione. Per ogni posto aggiunto in un reparto è rimasto inattivo qualche servizio in un’altra unità. Sembra più una barzelletta di cattivo gusto che un impegno preso nei confronti dei cittadini, di gente malata e delle famiglie che li sostengono in momenti difficili e delicati”. Ha concluso il vice sindaco Carmelo Palombo.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA