2 settembre 2014 redazione@ciociaria24.net

Cassino si gode il suo successo: «più di 30mila visitatori alla Notte Bianca della Cultura» [FOTO]

Oltre 50 le associazioni culturali coinvolte, tra teatro, musica e tradizioni.

“Una seconda edizione ancora più partecipata della prima, a dimostrazione che quando i progetti sono validi la crescita è assicurata sotto tutti i punti di vista.” A dichiararlo il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, in riferimento alla seconda edizione della Notte Bianca della Cultura che si è tenuta sabato 30 agosto. “Le oltre 50 associazioni culturali coinvolte – ha continuato il sindaco – tra teatro, musica e tradizioni sono la migliore testimonianza della volontà di mettere la cultura al centro di questa iniziativa. Basti pensare all’enorme successo che ha avuto l’inaugurazione dell’edizione di quest’anno che si è svolta al Camusac con l’iniziativa ‘Sinestesia’ grazie alla quale, gli spettatori sono stati letteralmente catturati da un percorso – tra degustazione, arte e musica – capace di coinvolgere tutti i sensi (vista, udito, tatto, gusto e olfatto).

Notte Bianca 4

Una notte che è poi proseguita in Piazza Garibaldi con la mostra, allestita direttamente dalla Pro Loco in collaborazione con l’associazione culturale ‘Il Sole splende per tutti’, dedicata al settantesimo anniversario della distruzione di Cassino e Montecassino prima di spostarsi per le vie del centro cittadino con concerti, degustazioni, art designer, video architettura, quel pizzico di innovazione e la buona tradizione dello spettacolo che hanno avvolto gli oltre 30 mila visitatori in una serata capace di dare vita ad ogni strada ed ogni vicolo della città. Senza dimenticare i Musei. Basti pensare che l’Historiale ha fatto registrare nella notte di sabato oltre 1200 ingressi con tanti visitatori che hanno fatto la fila per entrare nel museo.

Notte Bianca 9

Questo è stato possibile grazie all’ottimo lavoro svolto dall’assessore Grossi, dalla Pro Loco di Cassino, nella figura del presidente Andrea Incagnoli, che è stata in grado di organizzare una manifestazione di alto profilo e da Domenico Durante e Antonio De Rosa che hanno curato nei minimi dettagli ogni ambito, offrendo ad ogni target di partecipante un appuntamento da seguire. Anche quest’anno è stata una grande festa della cultura che ha offerto alla città la possibilità di far emergere quelle potenzialità che talvolta restano sopite, contribuendo, visto l’elevato numero di visitatori, ad incrementare l’economia locale. Anche in questo caso a parlare sono i numeri con circa 1400 persone impiegate nel corso della Notte Bianca. Dati che fanno capire la portata di un evento che sin dalla prima edizione abbiamo voluto rendere un appuntamento fisso non solo per la città, ma per l’intero territorio. Oggi possiamo dire di esserci riusciti, ma dobbiamo continuare a lavorare per far crescere sempre di più una manifestazione capace di unire aspetti fondamentali per una città quali cultura, turismo ed economia.”

Menu