venerdì 21 dicembre 2012 redazione@cassino24.it

CASSINO – Sabato 22 Dicembre si discuterà: «I giovani ed il lavoro: le possibili risposte ad una emergenza sociale»

A Cassino, sabato 22 dicembre 2012, alle ore 16.30, nella Sala Restagno del Palazzo comunale, in un convegno organizzato dal Partito Socialista. Si tratta del terzo appuntamento dei “Seminari del Partito socialista”, dedicato ad un tema di scottante attualità: l’Italia, come molti altri Paesi, sta attraversando, ormai da qualche anno, una crisi economica, finanziaria, sociale, senza precedenti; e come sempre accade, sono le classi più deboli e le giovani generazioni a doverne sopportare le conseguenze più nefaste. In una situazione così grave, la politica ed i governi (a tutti i livelli istituzionali) devono sapere elaborare e mettere in pratica politiche di contenimento della spesa pubblica e di risanamento, ma anche di sviluppo e crescita: non è facile, e, anzi, è molto complicato, ma è per questo che si viene “eletti”, che si viene selezionati dai cittadini, perché si hanno le capacità per fare cose complicate.

Da riformisti, i socialisti continueranno a diffidare di (ed a contrastare politicamente) populisti e demagoghi; tuttavia, è necessario contrapporre alle ricette favolistiche ed alle facili contumelie politiche che sappiano dare risposte concrete ai problemi dei cittadini. Ed uno dei problemi più gravi riguarda le difficoltà, molto spesso insormontabili, dei giovani ad avere accesso al lavoro: e per averne certezza è sufficiente osservare che la disoccupazione giovanile ha raggiunto, e non da oggi, livelli allarmanti, che costituiscono una vera e propria emergenza sociale; difficoltà che, oltre a vulnerare la dignità dei giovani, toglie loro speranze per il futuro. E sulle risposte a tali problemi deve misurarsi primariamente un governo di centro sinistra. Di qui la necessità, per il Partito socialista di Cassino, di dover aprire uno spazio di discussione, un confronto di idee, su un problema di così rilevante impatto sociale.

Il convegno si articolerà in due sessioni: nella prima, sono previste le relazioni dell’avvocato giuslavorista Giorgio Verrecchia; del prof. Sergio Bianchi, professore ordinario dell’Università di Cassino e del Lazio meridionale; e del senatore Sergio Larizza, già segretario generale della UIL e presidente del CNEL. Verrecchia si soffermerà, in particolare, sull’impatto effettivo della cosiddetta “riforma Fornero” sulla creazione di occupazione, sulla crescita sociale ed economica, sulla riduzione permanente del tasso di disoccupazione, secondo le finalità stabilite all’art. 1 legge 28 giugno 2012, n. 92. Bianchi approfondirà, in particolare: l’impatto dell’Università e della ricerca sulla creazione di opportunità e di prospettive occupazionali per i giovani; l’impatto dell’Università e della ricerca sullo sviluppo del territorio, del tessuto di impresa, del tessuto infrastrutturale; lo spazio di miglioramento del rapporto tra l’Università ed il territorio. Larizza esporrà le risposte possibili della politica riformista, ispirata al socialismo democratico europeo, per la creazione di occupazione e per la riduzione della disoccupazione, con particolare attenzione ai profili che riguardano le nuove generazioni.

Di particolare interesse, per l’impatto sul territorio, è anche la seconda sessione del convegno, nel corso della quale sono previsti gli interventi del sindaco di Cassino, avv. Giuseppe Golini Petrarcone; del dott. Carmelo Palombo, capogruppo consiliare del PDL; di Pietro Zola, responsabile di Unindustria a Cassino; e di Giuseppe Spiridigliozzi, già segretario provinciale della UIL e attualmente responsabile provinciale PSI per le politiche del lavoro. L’idea di fondo che ha ispirato l’iniziativa – e che, in generale, ispira le politiche riformiste – è che su problemi come quello oggetto del convegno vi debba essere un impegno comune, un confronto collaborativo, da cui possano venire contributi, idee, proposte, sollecitazioni, in grado di dare impulso, sul territorio, allo sviluppo ed alla crescita, e, quindi, alla creazione di nuove opportunità e di nuove prospettive occupazionali per i giovani. Concluderà i lavori del convegno, l’onorevole Gianfranco Schietroma, componente della Segreteria nazionale del Partito socialista.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA