Cassino piange la giovane Michalina, cuore rosa nella pallavolo

Un cuore rosa imprigionato dalla rete di un campo da pallavolo: questa è l’immagine che resta sul profilo Fb della giovane Michalina Tarkowska, studentessa universitaria di Giurisprudenza travolta ed uccisa nella notte tra Domenica e Lunedì da un furgone in transito sulla via Casilina. Ventitre anni, un sorriso che sembra un inno alla vita, la scomparsa della giovane polacca ha sconvolto non solo tutto l’ambiente universitario cassinate, ma l’intera Città Martire.

24626_2926616061046_368133182_n

In lacrime il rettore Attaianese, gli studenti e tutti coloro che hanno avuto il piacere di conoscerla. Michalina era una ragazza dinamica, nel suo paese si occupava di giornalismo sportivo, nello specifico di pallavolo. In virtù della sua vocazione, una volta arrivata a Cassino per l’Erasmus ha subito stretto rapporti di collaborazione con il Cus, Centro Universitario Sportivo.

E proprio alla fine di una festa dedicata agli studenti Erasmus in un locale di Cervaro, si è compiuta la tragedia: investita da un furgone del servizio stampa guidato da un uomo di Lariano, Michalina è stata sbalzata in avanti di diversi metri ed è morta sul colpo, probabilmente per le gravi ferite riportate. Con lei c’era un ragazzo, un 22enne di Cassino, rimasto ferito alla spalla. Sotto shock l’autista del mezzo, interrogato poi a lungo dai Carabinieri. Subito dopo l’impatto si sono precipitati sul posto i sanitari del 118 ed i Vigili del Fuoco, ma al loro arrivo, purtroppo, quel giovane e sorridente cuore rosa nella pallavolo aveva già cessato di battere.

Menu