21 settembre 2014 redazione@ciociaria24.net

Cassino: notizie confortanti sul futuro dello stabilimento Fiat di Piedimonte

Le ultime notizie consentono di guardare al futuro con maggiore ottimismo e speranza

Annalisa D’Aguanno è intervenuta con una nota stampa riguardante lo stabilimento Fiat di Piedimonte. Queste le sue dichiarazioni: «Le ultime notizie riguardanti lo stabilimento Fiat di Piedimonte San Germano rappresentano senz’altro un elemento molto positivo che consente di guardare al futuro con maggiore ottimismo e speranza. La volontà del gruppo automobilistico, ufficializzata pubblicamente dal suo amministratore delegato Sergio Marchionne, di investire sul nostro sito per la produzione della nuova Giulietta conferma quanto anche da noi più volte sostenuto, e cioè che la nostra fabbrica, grazie alle indiscusse capacità e preparazione dei suoi operai, costituisce un punto fermo nell’universo Fiat dal quale non si può prescindere per qualsiasi progetto di sviluppo.

La recente riapertura dei cancelli, inizialmente per il solo turno centrale ma dalla prossima settimana per due turni, costituisce inoltre un ulteriore motivo di fiducia, quella che le migliaia di lavoratori e famiglie interessate cercavano da tempo. Certamente, però, non bisognerà abbassare la guardia affinché alle parole e agli annunci seguano i fatti concreti, prima con l’adeguamento tecnologico degli impianti di produzione e la formazione delle maestranze e poi, come si dice dal trimestre giugno-settembre 2015, con l’inizio della produzione della nuova Giulietta.

Soprattutto, sarà necessario verificare se la produzione di un modello sarà sufficiente per garantire piena occupazione a tutti i dipendenti dello stabilimento. Perché in caso contrario diverrà indispensabile premere ancora e con maggiore forza sulla dirigenza Fiat affinché nessuno resti fuori dai progetti di sviluppo. A tal fine rinnovo l’auspicio di sempre: essere uniti e compatti in una battaglia da condurre in porto nell’esclusivo interesse degli operai e dell’indotto e quindi della popolazione e del territorio”.

Menu