venerdì 29 gennaio 2016 redazione@cassino24.it

Cassino: mattinata da dimenticare in una casa che ospita rifugiati

I militari della Stazione di Cassino, coadiuvati da quelli del NORM, hanno denunciato per i reati di violenza privata e minacce, 3 giovani extracomunitari di età tra i 20 e i 23 anni (provenienti dal Gambia, Mali e Senegal), già facenti parte del progetto “SPRAR” (Sistema di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati), ospitati presso un’abitazione del luogo gestita da una cooperativa sociale.

Nella mattinata odierna, due operatrici della cooperativa, dopo essersi recate presso la struttura ove sono alloggiati i suddetti stranieri per consegnare la diaria ad alcuni ospiti del centro, hanno invitato i tre a lasciare l’appartamento poiché non più aventi diritto. I tre giovani, nonostante non rientrassero più nel citato progetto, poichè scaduto dal mese di luglio del 2015, pretendevano che venisse loro consegnata la diaria come per gli altri ospiti regolari.

In effetti, nel luglio del 2015, la cooperativa aveva provveduto a prorogare, per un periodo di 4 mesi il progetto “SPRAR” per uno dei tre ospiti, mentre gli altri due, che non si erano mai attenuti alle regole previste, erano stati invitati a lasciare l’appartamento. Nonostante ciò i due avevano usufruito comunque dell’ospitalità della cooperativa dalla quale ricevevano ugualmente la diaria di 105 euro ogni due settimane, cadauno, oltre al vitto e all’alloggio.

All’insistente invito delle operatrici di lasciare l’appartamento, i tre hanno assunto un atteggiamento aggressivo e, chiudendo le porte dell’abitazione, non hanno permesso alle due donne di uscire, pretendendo insistentemente la consegna della suddetta somma. Solo l’intervento del personale operante ha consentito alle due malcapitate di lasciare l’abitazione ed evitare che la situazione degenerasse, mentre i tre sono stati accompagnati in caserma per i successivi accertamenti.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA