11 dicembre 2013 redazione@ciociaria24.net

CASSINO – “Le fonti rinnovabili di energia: sfide ed opportunità”. Oggi pomeriggio seminario nell’Aula Magna di Ingegneria

Seminario su “Le fonti rinnovabili di energia: sfide ed opportunità” mercoledì 11 dicembre, ore 15.30, a Cassino presso l’Aula Magna di Ingegneria, realizzato dalla Commissione Didattica di Ingegneria Elettrica – DIEI, Università di Cassino e del Lazio Meridionale, coordinata dal prof Fabio Villone, presidente del Gruppo Nazionale Elettrotecnica; dall’AEIT, presieduta per Cassino dal prof. Andrea Bernieri; Consorzio CREATE, in collaborazione con FareAmbiente Campania, Cassino e Frosinone. Secondo dei seminari dedicati all’Ambiente, su temi di grande attualità – il precedente dedicato all’inquinamenti elettromagnetico con i proff Rita Massa, Domenico Capriglione e Antonio Maffucci – vede gli interventi dei proff: A. Sanseverino “Il fotovoltaico”; F Marignetti “Generatori eolici: il difficile cammino verso i 20 MW”; A. Losi: “Le Smart-Grids per lo sviluppo delle fonti rinnovabili”. Di seguito, una parte dedicata agli studenti; poi le discussioni. Partecipano i responsabili di FareAmbiente: dott. Monica Lautieri per Cassino, dott. Massimo Scarpetta per Frosinone ed una delegazione del Coordinamento della Campania, guidato dall’avv Francesco Della Corte.

“La figura dell’ingegnere elettrico si inserisce con successo in fondamentali tematiche in ambito tecnologico, economico e sociale, : questo ciclo di seminari mira a presentare importanti e moderne applicazioni dell’Ingegneria elettrica in campo ambientale e ad offrire un concreto servizio di orientamento agli studenti interessati ad affrontare tali studi specifici” – afferma Fabio Villone. “Le tematiche che affrontiamo sono legate al mondo delle impresa: dalle auto elettriche e ibride, ai superconduttori, all’elettronica di potenza e nanoelettrica, alle fonti energetiche rinnovabili, quali eolici e solare, al risparmio energetico e, ancora, l’automazione, l’inquinamento elettromagnetico” – sottolinea Andrea Bernieri.
“Gli interessi in tema ambientale della Scuola di Ingegneria elettrica di Cassino, sono per noi fondamentali: senza è impossibile immaginare lo sviluppo della nostra società, l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, la tutela della salute” – dichiara Massimo Scarpetta.

“Ingegneria Elettrica di Cassino ha raggiunto livelli qualitativi altissimi in Italia – sottolinea Monica Lautieri – Da questo rapporto di collaborazione con FareAmbiente, siamo sicuri che nasceranno altre iniziative di grande spessore”. Eccellente secondo I risultati della Valutazione Qualità Ricerca VQR 2004-2010, pubblicata da ANVUR, Ingegneria Elettrica di Cassino, nonostante il periodo difficile per il sistema universitario come per la Nazione, presidia la frontiera della ricerca, su temi di importante attualità e rilevanza per lo sviluppo economico e sociale. Svariate le opportunità che l’Ingegneria elettrica a Cassino offre agli studenti: preparazione approfondita su tematiche all’avanguardia, laboratori attrezzati, moderni e funzionali, opportunità di sviluppare le attività in un contesto di livello altissimo; e di utilizzare collegamenti nazionali ed internazionali con altri atenei, aziende ed enti di ricerca per tesi, periodi di studio, stage, tirocini. Non ultimo, un proficuo rapporto tra docenti e studenti improntato alla massima disponibilità per una ottimale preparazione che fa dell’ingegnere elettrico una figura particolarmente richiesta dal mercato.

Menu