venerdì 24 febbraio 2017 redazione@cassino24.it

CASSINO – la Polizia denuncia “truffatore” di orsetto

Il Commissariato di Cassino indaga in seguito ad una denuncia presentata da giovane donna veneta dopo aver effettuato una ricarica di 130 euro su una Postepay Paywave, per l’acquisto online di un orsetto di ceramica, mai consegnato: il “truffatore” è un cassinate.

Una giovane donna, residente in Veneto, acquista online un orsetto di una nota marca di ceramiche, effettuando una ricarica di 130 euro su una Postepay Paywave, il cui numero era stato fornito dal “venditore”. Trascorsi i necessari tempi tecnici per la consegna, mai avvenuta, la 31enne, sospettando di essere caduta nella trappola di un truffatore, denuncia l’accaduto alla Questura di Vicenza.

Scattano le indagini: nel visionare il contratto di attivazione dell’ “incriminata” Postepay Paywave emerge che è stata utilizzata una carta d’identità rilasciata da un comune a sud della Provincia. L’indagine passa al Commissariato di Cassino per le opportune ed ulteriori verifiche, al fine di accertare l’autenticità del documento.

Dal controllo effettuato risulta che l’Ufficio Anagrafe ha effettivamente rilasciato quel documento ad un 27enne di Cassino che, tra l’altro, non ne aveva mai denunciato lo smarrimento o il furto. Alla luce di quanto emerso, gli uomini del Commissariato di Cassino deferiscono l’uomo all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di truffa

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA