giovedì 4 febbraio 2016 redazione@cassino24.it

Cassino: hanno soltanto 20 e 17 anni e ne hanno già combinate di tutti i colori

Il Comando Compagnia di Cassino ha incrementato i servizi di prevenzione e repressione al fine di contrastare e infrenare il fenomeno dei furti in abitazioni e di autovetture. Nel corso di tali servizi, i militari della locale Compagnia hanno arrestato, per furto aggravato in concorso, un 20enne e, denunciato un 17enne in stato di libertà alla Procura dei Minorenni di Roma, per il medesimo reato.

I due, dapprima segnalati da un metronotte che li notava percorrere la via Casilina a bordo di un’autovettura, poiché rubata, sono stati successivamente intercettati a Piedimonte San Germano dai militari del NORM mentre percorrevano proprio la Casilina.

Alla vista degli operanti, i giovani, hanno tentato di eludere l’invito a fermarsi. Ne è scaturito un breve inseguimento che si è concluso brevemente poiché i due hanno abbandonato l’autoveicolo e sono fuggiti precipitosamente per le campagne circostanti la stazione FF.SS di Piedimonte. Prontamente rincorsi dai Carabinieri, i due sono stati rintracciati grazie anche alla cinturazione dell’area in questione effettuata anche da altre tre pattuglie intervenute in ausilio agli operanti, impiegate nello stesso servizio preventivo.

Sottoposti a perquisizione personale, il 20enne è stato trovato in possesso di alcuni oggetti in argento e di quadri di piccole dimensioni, di cui non ha fornito alcuna plausibile spiegazione circa il possesso. Le immediate verifiche svolte dai militari hanno consentito di identificare la legittima proprietaria, una 55enne di Pontecorvo, che ne aveva appena denunciato l’ammanco.

L’autovettura utilizzata dai malfattori, invece, è risultata essere stata rubata ad un 69enne di Cassino. Le successive indagini condotte hanno permesso di rinvenire, in una strada del centro abitato di Cassino, un’altra autovettura Fiat Uno, risultata asportata in Piedimonte San Germano, ad un 35enne di Aquino. La refurtiva è stata recuperata e gli autoveicoli rinvenuti sono stati restituiti ai legittimi proprietari. L’arrestato è stato giudicato con rito direttissimo nel pomeriggio odierno e il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto, ne ha disposto gli arresti domiciliari avendo lo stesso chiesto i termini a difesa.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI IN CIOCIARIA