mercoledì 18 luglio 2012

CASSINO – Giovedì 19 al S.Scolastica conclusione del corso “Condividere gli strumenti per l’integrazione socio sanitaria”

Giovedì 19 luglio si concluderà presso il “ Santa Scolastica “ di Cassino, il percorso formativo “ Condividere gli strumenti per l’integrazione socio – sanitaria ”, organizzato dalla S.C. Servizi Socio – Sanitari dell’ASL di Frosinone. In un arco di 150 ore, oltre 100 professionisti operatori dei Servizi territoriali della ASL, degli Ospedali, dei Comuni e delle Associazioni di volontariato hanno studiato, riflettuto ed approfondito come poter riorganizzare, modernizzare ed implementare le strutture dedicate all’assistenza sociosanitaria.

La compartecipazione delle proprie conoscenze professionali è divenuta terreno fertile per lo sviluppo di procedure innovative, qualitativamente alte e proficue sotto il profilo della fruibilità dei servizi da parte di chi è disagiato. Il piano formativo si è articolato in 4 edizioni, ciascuna corrispondente alle diverse sedi Distrettuali della provincia (Frosinone, Alatri, Sora e Cassino), partendo dal Distretto B il 2 febbraio scorso. Tante le occasioni per confrontare il mondo della sanità e dei servizi sociali, costruire nuove competenze e mettere in campo buone pratiche nell’ambito dell’integrazione socio – sanitaria.

Al determinante contributo venuto dall’Università, medici, specialisti, dirigenti, operatori sociali e volontari hanno aderito ampiamente, proprio a rimarcare l’importanza dei temi trattati e la volontà di dare una spinta propulsiva al miglioramento della rete assistenziale, bisognosa di ridefinizione e ammodernamento, in linea con il progetto della Azienda USL di ridisegnare il proprio assetto organizzativo.
Dopo l’estate, con un Convegno conclusivo di presentazione dei risultati del percorso, ai partecipanti verrà consegnato un attestato per il contributo attivo dato a quella che è la prima, fondamentale, tappa di un processo più articolato di governance, che vedrà i diversi Enti collaborativi nel dispiegare prestazioni sempre più ottimizzate e pronte a soddisfare nuovi bisogni.

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.