12 ottobre 2012 redazione@ciociaria24.net

CASSINO – Consorzio Valle del Liri e Coldiretti incontrano i consorziati

Le problematiche e le esigenze degli agricoltori di Pontecorvo sono state oggetto di un primo incontro che i vertici del Consorzio Valle del Liri e della Coldiretti hanno avuto a Pontecorvo, nella Biblioteca Comunale,  con una delegazione di consorziati delle zone di Ravano, Melfi, S. Ermete e S. Oliva e con i rappresentanti dei ‘comitati spontanei’ che chiedono la riduzione del costo della quota fissa del tributo irriguo.

Erano presenti il presidente Pasquale Ciacciarelli, alcuni componenti del Comitato, ed il consigliere di zona Vincenzo Turchetta; il sindaco di Pontecorvo Michele Notaro, e per la Coldiretti il presidente Vinicio Savone, direttore provinciale Paolo De Cesare ed il responsabile della zona di Pontecorvo Tommaso di Branco.

L’argomento più pressante che è stato evidenziato dai consorziati è quello relativo alla tariffe del servizio di irrigazione consortile di cui si chiede la riduzione.

Il presidente Ciacciarelli ha evidenziato il nuovo corso consortile improntato “sul dialogo diretto con i consorziati attraverso il quale arrivare alla soluzione condivisa delle problematiche più forti, non ultima quella delle tariffe, pertanto siamo aperti alle proposte che ci vengono sottoposte ed in quest’ottica invito anche i consorziati che si pongono in posizione critica nei nostri confronti a farlo con spirito costruttivo perché da parte nostra c’è la sincera volontà di far crescere il ruolo del Consorzio sul territorio volendo salvaguardare il più possibile le aspettative degli associati.

Per quanto riguarda il problema delle tariffe, per l’anno 2012 abbiamo già ridotto di 10 euro la tassa di irrigazione e di 15 euro la tassa fissa.

Inoltre, per il futuro siamo impegnati nell’attivazione di tutte quelle azioni necessarie a ridurre i costi che incidono negativamente sulle tariffe, come l’energia elettrica cresciuta notevolmente per due ragioni: aumento del costo base imposto dal gestore elettrico e più utilizzo degli impianti di irrigazione a causa della forte siccità.

Comunque, il costo sostenuto dagli agricoltori per ogni metro cubo di acqua prelevata è di 6 centesimi di euro contro i 26 di altri consorzi!

Per il direttore della Coldiretti provinciale, Paolo De Cesare, “questo primo incontro di Pontecorvo vuole essere l’attuazione di un percorso di maggiore presenza del Coldiretti sul territorio per favorire il dialogo diretto con i cittadini e gli associati.

Seguiranno altri incontri con i quali intendiamo mantenere gli impegni presi e raccogliere le esigenze e le problematiche degli agricoltori.

Il rapporto-dialogo tra Coldiretti, Consorzio Valle del liri ed associati è la strada maestra per proteggere e far crescere il settore agricolo territoriale”.

Soddisfatto dell’incontro anche il responsabile Coldiretti della zona di Pontecorvo, Tommaso Di Branco, che la definisce “positiva nonostante qualche dichiarazione contraria evidentemente opera di qualcuno che strumentalizza.

La riunione, una delle tante che intendiamo promuovere sul territorio per incidere maggiormente nella nostra azione sindacale e di tutela del settore agricolo, anche a scadenza programmata”.

“Dialogo, impegno e consapevolezza del disagio economico e sociale di questi tempi, quindi, sono la linea guida che il Consorzio di bonifica Valle del Liri intende perseguire, come annunciato ad avvio di mandato.

Nei prossimi giorni – conclude il presidente Ciacciarelli –  procederemo a calendarizzare incontri mirati con idonee delegazioni territoriali degli agricoltori associati attraverso i quali avere costantemente il polso della situazione, capire i problemi e le aspettative ed insieme, con spirito costruttivo e consapevolezza reciproca di ruoli ed esigenze, tracciare una strada di azione consortile fondata sempre più sull’efficienza e trasparenza operativa, con la soddisfazione dell’Ente e dei consorziati”.

Menu