Cassino, commercio in profonda crisi – Annalisa D’Aguanno: “Il rilancio del settore e dell’economia del territorio passa attraverso la valorizzazione dei beni storici e monumentali e quindi del turismo”

Dichiara Annalisa D’Aguanno, dirigente provinciale Pdl: “Sfruttare le straordinarie risorse storiche e monumentali di Cassino e del suo hinterland e l’enorme flusso di visitatori che ogni anno interessa l’Abbazia di San Benedetto per risollevare l’economia del territorio e con essa il commercio che da alcuni anni sta vivendo un gravissimo periodo di recessione dal quale fatica ad uscire. Una “ricetta” che potrebbe, e dovrebbe, essere applicata in tempi rapidi, prima che sia troppo tardi, prima che tante attivita’ in difficolta’ siano costrette ad abbassare la fatidica saracinesca. A Cassino, purtroppo, il commercio attraversa una fase molto critica, penalizzato anche dalla mancanza di una vera e seria politica di sostegno da parte dell’Amministrazione comunale. Amministrazione che dal momento del suo insediamento si e’ distinta esclusivamente per assenza, pressappochismo e per pochezza di idee e che quando si e’ mossa ha creato solo ulteriori danni, come nel caso dell’isola pedonale, di fatto aggravando una situazione già di per sè deficitaria. In questo settore, ma purtroppo non solo in questo, l’Amministrazione comunale continua a dimostrare inadeguatezza, grande confusione e soprattutto mancanza di progettualita’ e strategie. Come dimostra palesemente anche il modo in cui si sta affrontando il problema dello spostamento in centro dei banchi del mercato settimanale. Quello che occorrerebbe da subito, invece, sarebbero, solo per fare alcuni esempi, sgravi fiscali, incentivi, agevolazioni per l’apertura di nuove attivita’,  finanziamenti a tassi agevolati, rivitalizzazione del centro storico e delle periferie, miglioramento e rifacimento dell’arredo urbano, organizzazione programmata e non sporadica o disomogenea di eventi e manifestazioni. E poi, su tutto e come detto in apertura, trasformazione delle bellezze monumentali, storiche e naturalistiche del territorio nel volano per la rinascita economica della citta’ e del suo comprensorio. In tal senso si e’ pronunciata anche la locale sezione della Confcommercio attraverso un apprezzato intervento del suo presidente Carla Cascella, che ha individuato nella valorizzazione dei nostri beni culturali, storici ed archeologici, uniti ad una posizione geografica invidiabile posta com’è Cassino a meta’ strada fra Roma e Napoli, la via da percorrere per incentivare il turismo e portare in citta’ flussi sempre maggiori di visitatori. Cosa accaduta in occasione del periodo di Ferragosto quando la stessa Confcommercio ha registrato positive ricadute sul commercio in generale e sull’andamento dei saldi in particolare. Recentemente ho avuto modo di lanciare una proposta di ampio respiro, a livello provinciale, affinche’ il turismo diventi  davvero il “petrolio” della Ciociaria, cosí come sarebbe possibile considerati gli enormi giacimenti storici, monumentali e paesaggistici di cui e’ ricca la provincia. In tal senso sarebbe auspicabile e necessaria la creazione di una “cabina di regia” che, coinvolgendo tutte le istituzioni, le associazioni e i soggetti che operano nel settore, curi la promozione del territorio coordinando nel contempo eventi ed iniziative. Un percorso sicuramente impegnativo ma che porterebbe risultati positivi certi. Un percorso che si potrebbe avviare proprio da Cassino e dal Cassinate. Le risorse umane e, soprattutto, turistiche ci sono tutte. Sarebbe un delitto non sfruttarle.”

Menu