Cassino: come rovinarsi la vita a 18 anni per una bici e quattro merendine

La scoesa notte a Cassino i militari del NORM della locale Compagnia, nel corso di predisposti servizi tesi a prevenire reati predatori, hanno arrestato nella flagranza del reato “di furto aggravato in concorso e continuato” due fratelli di Ceprano di anni 21 e 18 domiciliati a Cassino.

I due giovani, dopo aver portato una bicicletta mountain bike custodita all’interno di una rimessa agricola, si sono recati in stazione dove hanno scardinato un distributore automatico di merendine e bibite di proprietà della società che gestisce il servizio presso tutti gli scali ferroviari nazionali, impossessandosi del contenuto consistente in merendine, bibite e chewing-gum.

I militari operanti, prontamente intervenuti, sono riusciti a bloccare i due malviventi subito dopo aver commesso il fatto, nonostante questi avessero cercato di sottrarsi alla cattura tentando di fuggire a piedi nelle stradine adiacenti il citato scalo ferroviario. La refurtiva rinvenuta, del valore di 400,00 euro circa, è stata recuperata e restituita ai legittimi proprietari, mentre gli attrezzi da scasso utilizzati venivano sottoposti a sequestro. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati posti agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissimo.

Menu