CASSINO – Arresto del 30enne romeno nei pressi del casello autostradale, precisazioni dell’avvocato Celeghin

In qualità di difensore d’ufficio del Sig. C. V. arrestato in data 24.07.2012 dai CC Cassino volevo segnalarvi quanto segue:

Il MAE è stato emesso solo ed esclusivamente ai fini della consegna allo stato rumeno dell’arrestato per l’omesso pagamento degli alimenti, pari a 65 ron mensili (ossia circa 14 euro), al figlio minore, in virtù di una sentenza (di condanna ad anni  uno e mesi sei di reclusione) emessa dal Tribunale di Suceava City (Romania) nel 2006.

Nei confronti del mio assistito non è mai stata emessa alcuna sentenza di condanna per tentato omicidio e lo stesso risulta incensurato in Italia, dove vive stabilmente dal 2006.

Vi segnalo altresì che il Consigliere delegato della Corte d’appello di Roma, stamattina ha provvisoriamente convalidato l’arresto applicando la misura cautelare meno afflittiva dell’obbligo di firma due giorni a settimana il martedì e venerdì dalle 17 alle 19 presso la stazione carabinieri di Napoli competente per territorio.

Distinti saluti.

Avv. Lisa Celeghin

Menu