mercoledì 13 luglio 2016 redazione@cassino24.it

Cassino: ancora una volta la Polizia Provinciale si dimostra amica degli animali

Brillante operazione antibracconaggio svolta dagli agenti della Polizia provinciale del distaccamento di Cassino, coordinati dal Capitano Pietro D’Aguanno. Questa mattina, su segnalazione di alcuni cittadini, in località Termini, nel comune di Pignataro Interamna, il personale della Polizia provinciale del Comandante Massimo Belli ha sorpreso in flagranza di reato due bracconieri campani, entrambi di Boscoreale: A.C, di anni 51 e F.G., di anni 50.

Il personale della Polizia provinciale ha sequestrato diversi metri di rete, gabbie e sistemi elettromagnetici usati per il richiamo dei cardellini. Sono stati liberati sul posto più di quaranta cardellini catturati dai bracconieri, alcuni maltrattati, perché erano stati legati al petto per evitare che potessero scappare ed utilizzati come richiami vivi.

I due campani sono stati denunciati a piede libero presso la competente Procura della Repubblica di Cassino, mentre gli animali maltrattati sono stati ricoverati presso un Centro regionale adibito al recupero della fauna selvatica, il Parco regionale “Riviera di Ulisse”. “Continua la nostra azione tesa alla salvaguardia della fauna del territorio e di repressione dei fenomeni di bracconaggio – ha dichiarato il Comandante Massimo Belli – sentiti apprezzamenti agli agenti del distaccamento di Cassino coordinati dal Capitano D’Aguanno”.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA