martedì 5 agosto 2014 redazione@cassino24.it

Cassino: 16enne pesta a sangue un coetaneo in piazza per sottrargli il cellulare

Non si abbassa il livello di guardia della Polizia di Stato nelle serate estive, impegnata nel rafforzamento dei servizi di controllo del territorio. Una piazza gremita di gente, così si presentava ieri la centralissima piazza Labriola di Cassino dove un sedicenne ha avvicinato un coetaneo minacciandolo per farsi consegnare un cellulare di ultima generazione. Di fronte al rifiuto del giovane si scatena l’ira del sedicenne che colpisce violentemente al volto con ripetuti pugni la giovane vittima. Il diciassettenne tenta inutilmente di fuggire per sottrarsi alla violenza, ma cade in terra perdendo i sensi. L’aggressore dopo essersi impossessato del telefono cellulare si da alla fuga.

Immediato l’intervento della pattuglia Volante che, dopo aver acquisito le necessarie informazioni sull’episodio, riesce ad individuare il responsabile utilizzando anche i più diffusi social network. Il giovane aggredito viene accompagnato in ospedale, riportando un trauma cranico commotivo con ferite lacero contuse al volto, frattura delle ossa nasali e contusione della spalla, con prognosi di venticinque giorni. Pronta la risposta della Polizia di Stato che rintraccia il violento sedicenne. Il giovane denunciato dovrà ora rispondere dei reati di rapina e lesioni personali.

 

 

 

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO?
Per ricevere le nostre notizie su smartphone o tablet: clicca qui e scarica la nostra App gratuita
I PIU' LETTI DELLA SETTIMANA