20 ottobre 2014 redazione@ciociaria24.net

Cassinate: weekend caldo con arresti, denunce ed Fvo

Nello scorso weekend (18 e 19 ottobre), a Cassino, Piedimonte San Germano, Cervaro, S. Apollinare ed Atina, nel corso di predisposti servizi incrementati per prevenire i reati in genere nonché dare un freno alla c.d. movida in occasione del fine settimana, i militari della Compagnia di Cassino hanno conseguito i seguenti risultati:

  • a Cassino, i militari della locale Stazione, hanno tratto in arresto un 52enne del luogo, in esecuzione di ordine di carcerazione emesso in data 10.10.2014 dalla Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Roma, dovendo lo stesso espiare anni 3 e mesi 7 di reclusione per i reati di truffa in concorso, falsità in scrittura privata e falsità ideologica commessa da P.U. in atti pubblici. Lo stesso, espletate le formalità di rito è stato associato alla Casa Circondariale di Cassino;
  • ad Atina, i militari della locale Stazione, hanno denunciato tre giovani, tutti residenti nell’hinterland salernitano, per furto aggravato in concorso. Gli stessi si sono resi responsabili di furto all’interno di un esercizio commerciale ubicato nel comune di Picinisco;

Gli stessi militari  hanno proceduto altresì a:

  • denunciare un 28enne residente nel sorano, per guida in stato di ebbrezza alcoolica in quanto sorpreso alla guida della propria autovettura con tasso alcolemico superiore a quello consentito dalla vigente normativa;
  • proporre quattro soggetti per l’irrogazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio, in quanto intercettati e controllati mentre si aggiravano con atteggiamento sospetto nei pressi di attività commerciali di quel centro;
  • a Piedimonte San germano, Cervaro e Sant’Apollinare, i militari delle locali Stazioni hanno avanzato proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio sul conto di 7 giovani provenienti dal napoletano, casertano e siracusano. Gli stessi sono stati intercettati e controllati nei pressi di obiettivi sensibili di quei centri senza giustificato motivo.

Nel corso del dispositivo, si è proceduto altresì a:

  • identificare nr.33 persone;
  • controllare nr.25 veicoli;
  • elevare nr. 4 contravvenzione al Cds;
  • eseguire nr. 6 perquisizioni personali, veicolari e locali.
Menu