lunedì 11 novembre 2013

Carlino, Tribunale: “Andiamo oltre le polemiche territoriali”

“Evidentemente proprio non si riesce a scrivere la parola fine su una questione che ormai è stata discussa fin troppo e sulla quale l’epilogo è stato scritto da un Tribunale Amministrativo che si è basato, non di certo sulla volontà politica di un’amministrazione, ma su dati oggettivi che hanno determinato la decisione di confermare il potenziamento del Tribunale di Cassino. Una decisione che non è stata presa per andare contro la città di Sora, ma piuttosto nel rispetto del nuovo disegno degli uffici giudiziari, voluto dal Governo, e non di certo dall’Amministrazione Comunale di Cassino. Trovo poco corrette le affermazioni fatte, sia sui social network che a mezzo stampa, dal Presidente del Consiglio Comunale di Sora, che ha deliberatamente attaccato il sindaco di Cassino, reo semplicemente di aver fatto chiarezza e riportato quanto stabilito dal Tar di Latina. Capisco la posizione di Iula a difesa della propria città. Come sottolineato dal sindaco Petrarcone all’interno dello stesso comunicato cui Iula fa riferimento, ‘il compito delle amministrazioni comunali è quello di difendere il proprio territorio’, ma nei limiti del reciproco rispetto e soprattutto in osservanza di quanto previsto dalla legge. Senza fare polemica mi vedo comunque costretto a fare delle precisazioni: l’opposizione al ricorso presentato da Sora in merito al trasferimento degli uffici presso il Tribunale di Cassino è stata necessaria perché tra i motivi presentati nello stesso si parlava di mancata ultimazione dei lavori relativi ai locali destinati ad accogliere gli uffici giudiziari della sezione sorana. Cosa assolutamente non vera e sulla quale come Amministrazione era nostro obbligo morale, ancor prima che giuridico, fare chiarezza; anche perché sin da subito l’Amministrazione si è attivata per realizzare i lavori necessari (esclusivamente con risorse del Comune di Cassino), in modo da rendere le strutture pienamente funzionali ed efficienti, come è stato ampiamente dimostrato con i fatti. Questo senza dimenticare, che il ricorso è stato presentato su una sede che nemmeno era destinata ad accogliere la sezione distaccata di Sora e Gaeta. È sembrato, quindi, a dir poco strumentale da parte dell’amministrazione sorana gettare delle ombre sull’operato degli amministratori di Cassino che, in modo collegiale e al di là degli schieramenti politici, hanno lavorato in maniera rapida ed efficace per accogliere al meglio le sezioni distaccate del tribunale. Sono convinto che da oggi le inutili polemiche e rivendicazioni territoriali cederanno il passo ad una collaborazione proficua tra le due città, nell’interesse dei cittadini, del territorio che ognuno di noi è chiamato a rappresentare e non da ultimo della esigenza di giustizia.” È quanto emerge in una nota a firma del Presidente del Consiglio Comunale di Cassino Francesco Carlino.

Via al bando per 153 farmacie nel Lazio: sono in tutte le province
21 ore fa

THESTARTUPPER.IT - Un concorso pubblico straordinario per l'assegnazione di 153 farmacie nel Lazio: 11 nella provincia di Frosinone, 13 nella provincia di Latina, 118 a Roma, 8 ...

Presunti brogli elettorali, l'indagato diventa super testimone e 'vuota il sacco' (foto)
7 ore fa

FROSINONE TODAY - Non ha voluto indossare lo scomodo abito del 'parafulmine'. Per questo ha chiesto ed ottenuto di essere interrogato dal magistrato ...

Paura in un B&B del capoluogo, volto coperto entrano in una stanza e si fanno dare i soldi
23 ore fa

FROSINONE TODAY - Rapina in un bed and breakfast ubicato all'uscita dell'autostrada in territorio di Frosinone. Il bottino avrebbe fruttato  poche centinaia ...