lunedì 10 ottobre 2016

Carabinieri di Cassino e Nas di Latina irrompono in un noto bar-ristorante: ecco cos’hanno trovato

Sono proseguiti anche in questo fine settimana i servizi tesi a prevenire reati contro l’igiene e la salute pubblica espletati dal Comando Compagnia di Cassino unitamente al Nucleo Carabinieri Antisofisticazioni e Sanità di Latina.

Nel corso dell’ispezione effettuata ad un noto bar-ristorante della Città Martire, i militari operanti rilevavano che i locali interni dell’esercizio commerciale presentavano carenze igienico sanitarie, strutturali e gestionali (sporco grossolano non rimosso nel tempo, ragnatele sui pensili, scrostature della tinteggiatura e formazione di muffa sulle pareti), nonché rinvenivano 35 kg di derrate alimentari (salumi, salsicce, stinco, pane e carne surgelata) prive di elementi atti a garantire la rintracciabilità.

In particolare i salumi erano privi di etichettatura, mentre il pane e la carne surgelata non risultavano essere stati sottoposti ad operazione di abbattimento della temperatura di autocontrollo. Per le infrazioni rilevate la società gestrice dell’attività veniva sanzionata con un ammenda di duemila euro mentre i prodotti alimentari venivano sottoposti a sequestro amministrativo.

Il personale dell’ASL – Dipartimento di prevenzione servizio igiene alimenti e nutrizione – fatto intervenire a richiesta dei Carabinieri, disponeva l’immediata sospensione dell’attività di ristorazione, con esclusione dell’area bar

Alatri, 31 enne trovato morto vicino la propria casa nella notte
20 ore fa

FROSINONE TODAY - Un giovane di 31 anni è stato trovato privo di vita questa mattina nei pressi della sua abitazione a Tecchiena ...

Ceprano, abusi sessuali da un prete: in aula come testimone il Vescovo Spreafico
20 ore fa

FROSINONE TODAY - Quando aveva soltanto otto anni sarebbe stato violentato da un parroco di Ceprano. Violenze che si&...

La rabbia di Fabio Forte dopo la cacciata: «Questa non è politica. E neanche civiltà»
10 ore fa

ALESSIO PORCU - L'ex coordinatore provinciale della Lega, esautorato dall'incarico ieri, replica a chi ne ha chiesto la testa. «Sono diciotto. Non si ...