24 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

BPC Virtus TSB in trasferta contro Master Roma, con l’infermeria piena

 

Nuova trasferta per i ragazzi di coach Biello che domani saranno di scena nella Capitale contro l’ostica Master Roma Basket.

La partita è di quelle, sulla carta, proibitive: i padroni di casa occupano, infatti, la seconda piazza in compagnia della Vis Nova, a sole due lunghezze dalla vetta occupata dal St. Charles. Proprio quest’ultima, nella scorsa giornata, ha sfilato lo scettro di capolista alla Master, che si è dovuta arrendere, non senza polemiche finali, ad una pesantissima sconfitta.

La compagine di coach Dell’Olio avrà, dunque, tutte le intenzioni di un immediato riscatto contro una Virtus che, in una sola occasione, è riuscita a portare a casa una vittoria fuori da Cassino.

La Master Roma, tuttavia, sa bene che non vanno sottovalutate le potenzialità dei cassinati che, in più di un’occasione, hanno dimostrato di saper fronteggiare avversari più quotati. All’andata, infatti, Cipriano e compagni tenerono testa ai romani fino al 4° quarto, quando dovettero arrendersi alla superiorità degli avversari, perdendo 49-62.

Oggi la Virtus TSB ha sicuramente acquisito maggiore consapevolezza dei propri mezzi, oltre che essersi notevolmente rafforzata con pochi, ma importanti innesti. Dopo il playmaker Francesco Piscicelli, che sta inanellando una serie di prestazioni da vero leader, con 20 punti a partita, a dar manforte al gruppo cassinate in questo difficile finale di stagione è arrivato anche l’americano Chris Richmond N’Zi Kadjo.

Lo statunitense, di passaporto svizzero, è un atleta con un fisico esplosivo: 192 cm per 90 kg di peso che può giocare da ala piccola ed all’occorrenza anche da ala grande. Con diverse esperienze anche in categorie superiori, specie in C2 dove ha vestito le maglie di Brindisi, Ascoli, Lanciano ed Isernia e vice campione nella LNA svizzerra nella stagione 2007-2008 con il Lugano, il 26enne Richmond, è chiamato a dare un importante contributo per trascinare la squadra alla tanto agognata salvezza.

Nella gara di 7 giorni fa Richmond ha già dato un assaggio del suo repertorio al debutto coronato da 11 punti, nonostante una piccola lesione muscolare subcentimetrica del bicipite femorale sinistro, che non gli ha permesso di sprigionare tutta la sua fisicità. In settimana è stato alle prese con fisioterapia e terapia medica e, quindi, neanche in questa occasione potrà essere al 100%.

Purtroppo, però, le brutte notizie dall’infermeria non finiscono qui: oltre ai vari Lepore, Mangiante e Schiavi, la maledizione si è abbattuta anche sull’altro nuovo arrivato Massimiliano Piscicelli. Il giovane campano, fratello di Francesco, era solamente al quarto allenamento con il gruppo, quando è caduto a seguito di uno scontro fortuito con un compagno, riportando la frattura dell’avambraccio sinistro. Ora rischia un lunghissimo stop.

Con una squadra dimezzata, coach Biello dovrà ancora una volta fare un enorme sforzo per schierare al meglio i superstiti, con la consapevolezza che, in questa occasione, riuscire a fare punti sarà veramente un’impresa titanica.

Menu