31 ottobre 2014 redazione@ciociaria24.net

Benedetta, soltanto 11 anni, un dolore immenso per tutti

Splende un sole primaverile oggi sul cassinate, ma è come se fosse buio. Quando muore un bambino, o una bambina come in questo caso, nulla può lenire il dolore delle persone, in quanto l’animo umano associa sistematicamente il concetto di innocenza ad una giovane vita e per questo motivo prova un vemente senso di ingiustizia quando essa viene spezzata improvvisamente.

Ieri pomeriggio, presso l’ospedale Santa Scolastica di Cassino si è spenta una ragazzina di 11 anni. La piccola Benedetta viveva con la famiglia Cervaro ed andava a scuola a Cassino. Le cause del decesso sembrerebbero essere riconducibili ad un arresto cardio-circolatorio, tuttavia non ci sono ancora certezze in merito. Per tale motivo, sul corpo della ragazzina nei prossimi giorni verrà probabilmente svolta un’autopsia disposta dalla Asl per fare luce sulle cause della morte.

La comunità locale è sconvolta per quanto accaduto. L’immagine, descritta sui giornali di oggi, di un padre che urla davanti al pronto soccorso di Cassino con la sua bambina in braccio, il disperato tentativo di salvarla da parte dei medici, che per un’ora e mezza hanno provato a strapparla alla morte, la drammatica constatazione del decesso, le centinaia di persone che in serata si sono recate in ospedale per cercare quantomeno di stare vicine ai familiari della piccola in questi momenti di dolore immenso, hanno suscitato tanta commozione anche nei cuori di coloro che non sono stati direttamente toccati da questa tragica vicenda. La morte di una bambina, del resto, è sempre un lutto per tutti.

Nella giornta di oggi dovrebbe essere nominato il medico legale incaricato di svolgere l’esame autoptico sul corpo della povera ragazzina. L’indagine è seguita dai Carabinieri di Cassino guidati dal Cap. De Luca. Dopo i risultati dell’autopsia, probabilmente, verranno comunicati data ed orario dei funerali della piccola.

Menu