Basket Serie C: un immenso CASSINO supera la capolista APRILIA 79-62!

Mamma mia che spettacolo! La Banca Popolare del Frusinate Basket Cassino con una gara di rara bellezza infligge una severa lezione ad una delle due formazioni capolista.

La Virtus Aprilia, infatti, ha perso di 17 lunghezze contro i cassinati tirati a lucido dopo la pausa natalizia. Dunque, in un solo colpo il Basket Cassino ha cancellato la deludente prestazione di Gaeta e regalato una gioia infinita ai propri sostenitori.

Partita decisamente super di tutto il roster a disposizione del coach Porfidia, che ha preteso il massimo dai suoi atleti venendo ripagato con una vittoria mai stata in discussione alla luce della evidente supremazia dimostrata in campo.

Tra gli attori protagonisti di questo splendido film, meritano sicuramente citazione Simeoli miglior realizzatore per i cassinati con 18 punti in 38 minuti, capitan Canzano 14 punti, Borozan 11 punti e 3 rimbalzi. Tuttavia, a fare la differenza è stata la partita magistrale di Elia Confessore. Il gigante campano, finalmente libero da problemi fisici, ha sfoderato una prestazione perfetta segnando 16 punti in 32 minuti, recuperando 17 palloni a rimbalzo, 13 difensivi, 4 offensivi e raccogliendo una valutazione pari a 34.  Insomma, la gara di ieri sera è stata impeccabile, per dirla tutta sotto le plance nella zona pitturata non non si poteva proprio passare. Ne sa qualcosa coach Sardo, che nonostante disponesse di diversi lunghi ha sofferto la vena strepitosa di Confessore, tanto da costringerlo spesso alle rotazioni per cercare di arginarlo. Purtroppo per l’Aprilia, però, Binetti, Iacoangeli e Rossetti hanno potuto ben poco contro la furia del gigante campano, che ha stravinto tutti i duelli in cui si è cimentato raccogliendo ampi consensi da tutti i presenti.

La cronaca: Cassino subito sugli scudi con il pallone a due vinto dagli stessi locali, ma la prima scossa viene piazzata da Aprilia con Afeltra due volte a canestro dai 6,75 metri. Subito dopo, Confessore comincia il suo show conquistando un paio di rimbalzi e piazzando due canestri da due. Gli ospiti vanno avanti ma giusto il tempo di un battito d’ali e Cassino avventandosi su tutti i palloni piazza il primo sorpasso 9-8 a 4’e50’’ dalla sirena.

Purtroppo la buona vena di Confessore non viene aiutata da Massimiliano Guida che si macchia di due falli personali pregiudicando il proprio rendimento. I falli, purtroppo, diventano tre prima della prima sirena e per Max la serata si presenta avara di soddisfazioni. Rossetti per l’Aprilia imita Afeltra con un tiro da tre, ma sono i 9 punti di Simeoli a dare tranquillità al gruppo cassinate che si avvale anche dell’apporto del giovane Tamburrini, il quale infila la rete da due regalando il +5 ai locali, 20-15.

Nel secondo quarto lo scettro del protagonista passa nelle mani di capitan Canzano, che prima commette il secondo fallo e poi ruggisce sugli avversari annichilendoli con giocate d’alta scuola basket che fruttano due canestri da tre punti per il + 19 Cassino, vantaggio reso cospicuo anche dalla tripla di Borozan. Binetti prova a tenere vivi i suoi, ma la sua tripla serve solo a rendere più abbordabile lo svantaggio sulla seconda sirena 46-31, con Canzano salito a 12 punti totali.

Il terzo parziale si apre con una lunga serie di falli commessi da ambo le parti, 3° per Canzano e Afeltra, 4° per Benincasa e Coppa. Insomma, poco basket e un briciolo di nervosismo che traspare soprattutto nelle fila degli ospiti i quali in ogni modo ringhiano sui cassinati, che perdono la bussola soprattutto nel prendere le misure al canestro. Aprilia, dunque, si avvicina fino ad arrivare al -8, ma a questo punto torna in cattedra il Cassino, questa sera più che mai desideroso di protagonismo assoluto. Coach Porfidia fa giocare tutti aumentando le rotazioni e chiedendo ai suoi soprattutto di aggredire sui portatori di palla; Aprilia perde commette errori gratuiti mentre Confessore continua a dettare legge sotto i canestri. Benincasa segna con scioltezza e il solo Afeltra per gli ospiti prova fino alla fine a mantenere viva la gara. La tripla del giocatore numero 9, infatti, consente agli ospiti di chiudere sotto di 12, 57-45, con Cassino autore di soli 11 punti in dieci minuti.

I padroni di casa sentono la rabbia d’Aprilia che prova a reagire, ma la concentrazione del Cassino questa sera non tradisce e i ragazzi di Porfidia non sbagliano quasi nulla. All’inizio dell’ultima frazione 4° fallo per Guida che alla fine non lascerà traccia in questa gara. Per lui solo 3 punti, ma i falli in partenza lo hanno condizionato per tutta la partita. Simeoli, grintoso e deciso, va a referto con una tripla ma in 4 minuti di gioco sarà il solo bottino raccolto da Cassino. Successivamente, il baby Tamburrini inventa un tiro dalla lunga distanza facendo esplodere il pubblico del palazzetto, che con 17 punti di vantaggio pensa di avere il successo oramai a portata di mano. Meleo imita il suo avversario infilando anche lui da tre. La gara si fa nervosa, gli arbitri sanzionano Borozan e Meleo con un antisportivo per parte, Confessore esce dal rettangolo di gioco colpito da crampi mentre Aprilia prova a riportarsi sotto. Chiminello realizza 1 su 4 dalla lunetta, ma è ancora la tripla d’Afeltra a far sperare gli ospiti che si portano a -8 quando oramai mancano solo 90 secondi alla fine.

La gara è sostanzialmente chiusa quando gli arbitri allontanano dal terreno di gioco proprio Afeltra per comportamento non regolamentare, un peccato per il numero 9 che comunque conquista la palma del miglior realizzatore della partita con 23 punti. Finale 79-62.

Probabilmente in fase di pronostico pochi avrebbero scommesso un euro su questa vittoria, ma nello sport la determinazione e il gioco di squadra a volte possono consentire di raggiungere obbiettivi che sembrano irraggiungibili. Il Cassino, nonostante qualche comprensibile lacuna, ha dimostrato di essere un gruppo unito, compatto e pronto ad aiutarsi a vicenda per regalarsi e regalare al pubblico amico delle emozioni forti come quelle vissute durante i 40 minuti regolamentari di questa partita. La vittoria ottenuta contro la capolista Aprilia ha regalato certezze assolute: questa squadra è fatta d’uomini veri, sorretta da dirigenti capaci, preparati, da un pubblico eccezionale e sarà in grado di regalarci altre emozioni come quelle vissute questa sera.

Domenica ore 18.00 ancora una gara in casa e ancora contro una capolista: la Luiss Roma. Al palasport si prevede il pubblico delle grandi occasioni per un’altra sfida apparentemente impossibile ma che potrebbe rendere indimenticabile questo weekend, se solo il Basket Cassino la giocasse esattamente come ha fatto ieri sera. Crederci non è proibito, anzi, è un dovere di tutti.

BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE BASKET CASSINO-VIRTUS BASKET APRILIA 79-62

Parziali: 20-15, 26-16, 11-14, 22-17
Arbitri De Filippo e Raimondo di Roma

BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE BASKET CASSINO : Confessore 16, Gatta 0, Borozan 11, Canzano 14, Tamburrini 5, De Santis 4, Benincasa 8, Guida 3, Candelaresi 0, Simeoli 18, Coach Porfidia

VIRTUS BASKET APRILIA: Chiminello 1, Coppa 3, Afeltra 23, Brignone n.e. Binetti 12, Meleo 4, Iacoangeli 2, Puleo n.e. Milani n.e. Rossetti 17, Coach Sardo.

Max Marzilli, Responsabile Marketing e Comunicazione Basket Cassino per Cassino24

[nggallery id=8 template=caption]

Menu