15 gennaio 2012 redazione@ciociaria24.net

Basket Serie C: Cassino grande con le grandi e piccolo con le piccole. A Roma cade con l’ultima della classe (85-78)

MINERVA ROMA: Duranti 2, D’Ascanio 2, Fallucca 26, Rodriguez 25, Grande 5, Esposito 12, Leonzio 2, Paesano 2, D’Auria 9, Gentili 0, Coach Barban

BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE BASKET CASSINOB: Confessore 15, Gatta 2, Borozan 5, Canzano 12, Tamburrini 3, De Santis 0, Guida 13, Candelaresi n.e. Simeoli 20, Benincasa 8, Coach Porfidia.

Incredibile ma vero. Dopo due strepitose vittorie casalinghe ottenute contro APRILIA e LUISS ROMA, formazioni che comandavano la classifica, la BPF Basket Cassino si trasforma e perde inesorabilmente contro l’ultima della classe.
Svanisce contro i terribili ragazzi della Minerva il sogno di continuità per la truppa di Porfidia, incapace di conquistare un risultato positivo che alla vigilia della gara era considerato tranquillamente alla portata dei biancorossi. E’ vero che durante la settimana di preparazione il coach ha dovuto fare a  meno di diversi atleti, tra cui Guida, Simeoli e Gatta su tutti, fermi ai box per infortuni vari. Tuttavia, dopo le due grandissime vittorie di cui sopra ci si aspettava qualcosa di diverso.
La cronaca: prima frazione equilibrata con i cassinati che lasciano Simeoli in panca ma nonostante ciò restano quasi sempre in vantaggio costringendo padroni di casa alla rincorsa, che si concretizza grazie anche ad un Fellucca in serata di grazia. Finale: 20-20.
Nel secondo parziale il Cassino tenta di far sua la partita e chiude in vantaggio per 43-39. Nella terza frazione il divario di 4 punti tra romani e cassinati rimane tale vantaggio di 4 punti e si va al riposo sul 61-57.
Nel quarto ed ultimo parziale la debacle cassinate: Fallucca e Rodriguez spadroneggiano nella difesa biancorossa, portano avanti la loro squadra e regalano ai biancostellati una insperata vittoria Finale: 85-78.
Un vero peccato per il Cassino, ma nello sport bisogna guardare avanti subito ed in ogni caso.

Redazione Cassino24

 

Menu