28 gennaio 2012 redazione@ciociaria24.net

Basket serie C: BPF Cassino contro la Tiber per sfatare il tabù trasferta. Al neo papà coach Porfidia gli auguri di Cassino24!

Ancora una volta la truppa di Porfidia cercherà di sfatare il tabù trasferta, il viaggio di domenica finirà sul parquet della Tiber una delle formazioni più forti del girone G.  Canzano e compagni devono provare a vincere in trasferta per cancellare la brutta media nelle gare esterne, sarà dura ma la speranza è l’ultima a morire, serviranno grinta, aggressività , concentrazione e soprattutto cuore per tentare l’impresa, radiocronaca integrale dell’incontro, domenica a partire dalle ore 17,55  sulle frequenze di Radio Cassino Stereo e su www.radiocassinostereo.it con le voci di Alfonso Salzano e di Max Marzilli, di seguito la presentazione della gara.

Torna il sereno dopo la tempesta in quel di Largo Dante. A seguito del passo falso maturato in casa Minerva, i ragazzi di coach Porfidia sono tornati al successo casalingo ai danni del Ciampino per 86 a 63: una vittoria netta, mai in discussione e soprattutto confortante in previsione dei prossimi impegni. In vantaggio sin dal primo gioco, i biancorossi hanno messo subito le mani sul match, gestendo sapientemente il gap accumulato durante l’incontro. Da rilevare l’ottima vena realizzativa dalla distanza di Roberto Simeoli(27) che ha permesso di spaccare la partita in più situazioni, ma l’elogio va in particolare al collettivo, coeso e conscio dei propri mezzi. Ora arriva di nuovo la parte più difficile da recitare, la trasferta. I cassinati, nel prossimo impegno domenicale, saranno ospiti della Tiber Roma, seconda in classifica a due lunghezze dalla nuova capolista Gaeta. La squadra di coach Satolli è reduce da una sconfitta giunta sulcampo della Virtus Fondi, dove oltre a perdere un match piuttosto equilibrato, si è lasciata sfuggire anche la testa della classifica. Tuttavia, la compagine romana possiede un roster di primo livello ed ha tutte le carte in regola per tentare il salto di categoria. Il reparto play-guardie tiberino è uno tra i migliori del girone, con giocatori esperti come Mai e Bini uniti a giovani promesse come Pugliese e Nucifero, ma allo stesso tempo i romani pagano qualcosa nel pitturato. All’andata, il team capitolino s’impose meritatamente tra le mura biancorosse per 93 a 82, però era un Cassino che non aveva ancora una dimensione di squadra ben precisa. Oggi, la truppa di Porfidia(divenuto neo papà in settimana) non solo ha una guardia affidabile in più come Massimiliano Guida, bensì una “quadratura” che risulta necessaria per ottenere risultati pesanti. La Palestra Tiber è un teatro importante, dove poche squadre ospiti sono riuscite a recitare la parte del “protagonista”, ma nel basket tutto è possibile. Che sia la volta buona? Sarà il campo a parlare. Forza Ragazzi!

Alfonso Salzano – Ufficio Stampa Bk Cassino

Menu