28 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Banca Popolare del Frusinate Basket Cassino alla grande nella giornata del ricordo, 72-62 contro Viterbo

Ancora una volta il grande cuore Biancorosso del Basket Cassino riesce a superare l’ennesimo scoglio che le se para avanti e dopo 40^ di pura adrenalina ribalta il risultato dell’andata consolidando la settima posizione in classifica nel suo primo campionato tra i professionisti nazionali.

In una serata, in cui l’emozione aleggiava nelle vecchie mura del palazzetto per la commemorazione di due ex atleti mai dimenticati Gigi e Domenico, i ragazzi del presidente Dino Pagano si confermano macchina invincibile in casa infilando l’ennesima vittoria. Dopo una gara a fasi alterne, ma con il quarto parziale come il solito ad altissima intensità ed emozioni la gara è culminata con l’apoteosi finale e con tutto lo splendido pubblico, almeno 300 persone in piedi ad applaudire i propri beniamini, che spettacolo.

Nella disamina della gara, Cassino parte forte nella prima frazione staccando gli avversari in modo deciso 16-8, crolla drasticamente nel secondo parziale anche perché Zena dalla lunga distanza infila che è un piacere 11-24, lotta strenuamente nel terzo tempo per rimanere attaccata alla gara 18-19, si dispera a metà ultimo parziale quando il distacco sembra irrecuperabile – 10, prima degli ultimi 5 minuti in cui ingrana la marcia pesante, tira fuori gli artigli, si avvale dell’ottima vena del pivot Confessore 23 punti, 23 di valutazione MPV della partita e all’ultimo istante, con una bomba in caduta di Guida ribalta addirittura il risultato dell’andata passando in vantaggio con gli avversari in ottica play-off, ma questa è tutta un’altra storia.

Coach Porfidia ritrova a tempo quasi pieno Francesco Violo dopo un lungo infortunio ma perde Borozan, conferma gli stessi di Contigliano partendo con i soliti 5 alla palla a due, Confessore, Guida, Canzano, Simeoli e Violo. Orchi dal canto suo sceglie Bizzarri, Pasquali, Cima, Giganti e Toselli lasciando in panca Zena decisivo nelle sue giocate quando chiamato in causa. Sbaglia Cassino i primi tre attacchi Viterbo invece comincia alla grande con Giganti 4 punti per lui e Bizzarri 2 che regala il primo vantaggio agli ospiti 0-6. Devono passare almeno 100 secondi per registrare a referto il primo canestro per Cassino, Confessore apre le danze da due. Violo finalmente abile e arruolato e Simeoli confeziona il pareggio 6-6 a 6’53’’. Viterbo accusa il colpo, Confessore inizia la sua partita perfetta e segna che è un piacere, si passa da un passivo di -6 a un attivo di +8 con un parziale di 10 a 0, non male come inizio in una gara molto corretta con il primo fallo fischiato dalla coppia di arbitri romani a carico di Tamburrini, subentrato a Violo dopo oltre 8 minuti. Primo quarto in mano ai locali 16-8.

Nel secondo parziale cambia lo scenario, Viterbo schiera Zena e i risultati le danno ragione, Toselli da due e la prima bomba del giocatore bianco stellato n° 5 cambia il volto della gara, Cassino sbanda e sbaglia due attacchi gli ospiti ne approfittano prima impattando il risultato 17-17 poi dopo altri due errori gratuiti dei padroni di casa compie il sorpasso ancora con Zena che con una facilità incredibile centra il canestro dalla lunga distanza dando sicurezza ai suoi compagni che accusano solo un momento di debolezza quando Cosentino compie tre falli in rapida successione. Cassino frastornato accusa il colpo non riuscendo a venirne a capo, un solo punto in 5 minuti di gioco con Viterbo al massimo vantaggio +8, coach Porfidia le prova tutte aumentando le rotazioni e chiedendo ai suoi di stringere le maglie della difesa, Canzano da capitano coraggioso si assume le sue responsabilità guidando i suoi alla parziale riscossa, tripla e gioco da tre con la BPF capace di arrivare al -2 ma è un attimo perché Rogani e compagni con un colpo di coda si riportano avanti di 5 lunghezze alla seconda sirena 27-32.

Terzo parziale certamente favorevole agli ospiti Innocenti gonfia la retina dalla lunga distanza Rogani da due consolida il punteggio che assume caratteristiche preoccupanti, + 10 per Viterbo, Confessore lotta su tutti i palloni giocando in pratica tutta la gara e segna da tutte le posizioni, Simeoli lo aiuta ma sono due triple degli ospiti Rogani e il solito Zena a tenere avanti Viterbo che non soffre le giocate del Cassino che ha  Guida che fatica a entrare nel match, suoi comunque punti pesanti che lasciano le due formazioni alla terza sirena distanti solo tre canestri, 45-51.

Ultimo quarto con Cassino a rincorrere, Viterbo dispone di maggiori rotazioni e in partenza schiaccia i nostri che subiscono le solite accelerazioni degli ospiti che segnano con Bizzarri da due, con Zena e ancora Bizzarri da tre punteggio +10 per gli ospiti che sognano l’aggancio in classifica, ma non hanno fatto i conti con il cuore biancorosso. Porfidia chiede gli straordinari ai suoi ragazzi coraggiosi, sale l’intensità delle marcature che diventano asfissianti, la velocità è l’arma del riscatto i nostri prima vedono il baratro ma poi trovano coraggio e consapevolezza delle proprie indubbie capacità, baby Tamburrini dopo la buona prova di Contigliano centra una tripla da urlo Simeoli conscio delle sue indubbie potenzialità imita il suo giovane compagno sempre da tre portando i nostri vicinissimi e riaprendo la partita, ancora Simeoli da due con il palazzetto incandescente a godere di tanta determinazione, Cassino mette la freccia e si porta avanti di 3 a 4′ dalla fine. Paura dalla lunetta nel momento topico della gara con Tamburrini che fa 0/2  imitato in parte da Confessore 1/2, Pasquali a canestro riporta i suoi al meno 2 ma è solo un attimo, il grande cuore biancorosso pulsa in maniera orgogliosa e vigorosa e in un clima di autentica corrida Canzano, Confessore e Tamburrini  infilano tre canestri devastanti che regalano il successo alla BPF con la ciliegina sulla torna a 4 secondi dalla fine. Porfidia vuole provare a stravincere chiama Time-out sul 69-62 per giocarsi l’ultimo canestro da tre per ribaltare il risultato a suo favore nel computo delle due gare, l’uomo incaricato dell’ultimo tiro è Simeoli ma non è lui a scagliare l’ultimo tiro. Viterbo stringe la marcatura proprio sul gigante campano non consentendogli di ricevere la palla, sulla rimessa il pallone da Canzano arriva a Guida che ci prova in condizioni di equilibrio precario, la palla sospinta dal silenzio del palazzetto s’infila regalando la vittoria con dieci punti di vantaggio su Viterbo 72-62 necessari a ribaltare il computo dei canestri a nostro favore. Grande vittoria del Cassino in una giornata dedicata ai nostri due angeli Gigi e Domenico che siamo sicuri avranno gioito di tutte le emozioni che i nostri ragazzi ancora una volta hanno loro e a noi concesso.

A fine gara questo il Porfidia pensiero “ Ai miei ragazzi non posso dire niente, sono stati eccezionali, in questo momento tra infortuni seri e per scelte societarie proiettate nel futuro ci troviamo con rotazioni abbastanza corte, oggi i giocatori hanno dimostrato un grande carattere sovvertendo quelle che erano le previsioni pessimistiche della vigilia, noi andiamo avanti per la nostra strada, sono felice per il recupero di Violo che potrà essere molto utile nelle prossime partite, ha giocato oltre 20 minuti dimostrandosi utile per il nostro gioco. Aver ribaltato il punteggio ha nostro vantaggio mi fa molto piacere”.

RISULATATO FINALE 72-62

BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE BASKET CASSINO: Confessore 23, Canzano 17, Tamburrini 7, De Santis 0, Guida 5, Esposito 0, Candelaresi n.e. Simeoli 16, Russo n.e. Violo 21 Coach Raffaele Porfidia

ILCO STELLA AZZURRA VITERBO: Zena 14, Pasquali 0, Cima 0, Toselli 7, Giganti 12, Rogani 9, Innocenti 7, Cosentino 3, Ripamonti n.e. Bizzarri 10. Coach Orlando Olchi

PARZIALI: 16-8, 11-24, 18-19, 27-11
ARBITRI CARDANO, DE FILIPPO

Max Marzilli – Responsabile Marketing e Comunicazione

Menu