Asili nido – continua l’impegno per migliorare questo importantissimo servizio

(Foto di repertorio)

“Abbiamo approvato in giunta un provvedimento che prevede, a partire da lunedì prossimo, a carico del Comune la quota relativa ai pannolini per i bambini che frequentano l’asilo nido comunale.” A dichiararlo è l’assessore all’istruzione del Comune di Cassino, Danilo Grossi, che ha spiegato le motivazioni della scelta operata dall’esecutivo. “In un momento di certo non favorevole – ha continuato Grossi – come questo che stiamo attraversando, abbiamo deciso di venire incontro alle esigenze della famiglie i cui figli frequentano il nido comunale e di farci carico dei costi relativi all’acquisto dei pannolini fino alla fine dell’anno scolastico. È sicuramente un provvedimento importante che abbiamo portato a termine, mantenendo fede a quanto nelle passate settimane avevamo detto in un incontro avuto con i genitori dei bambini e che è servito anche per spiegare ancora una volta il lavoro che stiamo portando avanti sull’asilo nido e che ha come obiettivo quello di assicurare agli utenti un servizio sempre migliore e di qualità. A tal proposito, infatti, sempre in linea con quanto stabilito nel corso della riunione con i genitori, siamo intervenuti anche per quanto concerne gli arredi del nido che occorrevano all’interno della struttura. Il tutto in funzione di un vero e proprio rilancio, di quello che riteniamo essere un servizio fondamentale per la città, al quale stiamo lavorando ormai da diverso tempo e che vedrà entro il mese di giugno l’inaugurazione di un nuovo asilo nido comunale che si andrà ad aggiungere alla struttura già presente, dal prossimo anno gestita dalla cooperativa che si aggiudicherà la gara. Cooperativa, inoltre, che sempre dal prossimo anno si farà carico per l’intera durata della gestione del costo dei pannolini per i piccoli utenti che usufruiranno del servizio. Continua, quindi, l’impegno concreto dell’Amministrazione Petrarcone in ambito sociale; nonostante i continui e poco oculati tagli effettuati dal governo centrale, infatti, a Cassino abbiamo voluto dare un’inversione di tendenza investendo nei servizi per mantenere alta la qualità degli stessi.” Sulla questione è intervenuto anche il presidente della commissione competente, Andrea Velardocchia, che ha aggiunto: “sia pur con carenze di risorse, siamo comunque rimasti nel solco di un percorso di miglioramento e rilancio di un servizio essenziale per le famiglie della nostra città. Questo provvedimento, anche se giunto a fine anno scolastico, vuole essere un segnale per annunciare che dal prossimo anno, superate le fasi di maggiore difficoltà, si vedranno i frutti del lavoro fin qui svolto. Ricordiamo che come commissione abbiamo voluto comunque prevedere nuovi criteri di accesso all’asilo modulati secondo le nuove esigenze della società odierna, tutelando soprattutto le famiglie monogenitoriali e quelle con la presenza di diversamente abili. Dall’anno prossimo ci auguriamo di giungere alla fase di rilancio che, come ha ricordato l’assessore Grossi, non è per nulla scontata in un momento di grave crisi economica per gli Enti locali; basti pensare che in altre realtà ben più ricche, questi servizi vengono tagliati.”

Menu