3 settembre 2015 redazione@ciociaria24.net

Arrivano i “buoni lavoro” del Comune di Cassino. Ecco come funzionano

“Con l’erogazione dei buoni lavoro (voucher), il Comune di Cassino fornisce un aiuto economico – sociale concreto alle persone in difficoltà ricevendo in cambio l’impiego di quest’ultime in attività e mansioni il cui svolgimento è necessario e utile per l’Ente stesso.” Queste le parole con cui l’assessore ai servizi sociali Stefania Di Russo ha annunciato la pubblicazione del nuovo Bando per i vouchers che scadrà il prossimo 30 settembre “Come è noto – ha continuato la Di Russo – questa Amministrazione 4 anni fa ha scelto di abbandonare l’assistenzialismo, quello con cui venivano pagate passivamente le bollette tanto per intenderci, per un provvedimento sociale che prevede una forma di lavoro attraverso la quale i cittadini in difficoltà possono recepire una somma di denaro con cui far fronte ad ogni tipo di esigenza. Grazie ai vouchers, quindi, promossi da Comune di Cassino e presi ad esempio da molti comuni limitrofi e non, è cessato l’assistenzialismo difforme.

Da ieri tutti coloro che sono interessati e ne hanno i requisiti (previsti dal regolamento) potranno fare domanda per il nuovo bando entro e non oltre il 30 settembre. Il modulo per la domanda può essere richiesto presso gli uffici dei servizi sociali del Comune, oppure scaricato dal sito istituzionale (www.comune.cassino.fr.it). Alla domanda dovrà essere necessariamente allegata la dichiarazione sostitutiva unica secondo l’aggiornata normativa di riferimento ed una fotocopia (fronte e retro) di un documento di identità in corso di validità. Si ricorda che, per avere accesso ai vouchers, il reddito ISEE non deve superare i 5 mila euro annui. Requisito indispensabile per il quale rigorosi saranno i controlli da parte degli uffici che, qualora dovessero riscontrare delle anomalie tra le dichiarazioni presentate segnaleranno le stesse alle autorità competenti. La graduatoria decorrerà dal primo gennaio 2016 restando valida per l’intero anno solare.

Questa graduatoria permette, quindi, di distribuire in maniera equa e proporzionale alle necessità dei nuclei familiari le risorse destinate dal Comune di Cassino al disagio sociale. I vouchers sono un provvedimento molto più equo di qualunque altro tipo di pagamento di utenze. Spesso si assiste alla presenza di famiglie con disagio che presentano bollette astronomiche, mentre nuclei familiari identici mostrano di utilizzare le proprie risorse in maniera più oculata. Ecco, i vouchers eliminano questa difformità perché il beneficiario può far fronte al pagamento delle utenze in maniera autonoma senza presentare alcuna bolletta agli uffici. Infine si ricorda che il Comune provvederà dopo aver aggiornato la graduatoria in base alle domande presentate nel corso dell’anno, a comunicare telefonicamente o telematicamente al soggetto, che risulti disporre dei requisiti richiesti, l’esito positivo della sua domanda, oltre che giorno e ora in cui presentarsi presso gli Uffici.”

Menu