7 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Aquino: il bilancio dei primi cento giorni di governo Mazzaroppi

Lavoro a ritmi intensi, porte del Municipio aperte ai cittadini, risposte alle esigenze della città, decisioni prese nel segno della concretezza: su queste linee guida si è mossa l’amministrazione Mazzaroppi che ha già tagliato un primo traguardo, ovvero quello dei cento giorni al timone del Comune di Aquino. La rotta è stata invertita rispetto al passato e il bilancio di questo periodo è più che positivo. A parlare sono i numeri: in poco più di tre mesi sono state ben 96 le delibere approvate dalla giunta comunale, 16 quelle passate in consiglio, oltre alle varie ordinanze firmate direttamente dal primo cittadino.

Si tratta di provvedimenti che hanno apportato molte novità nella vita cittadina e per i quali è stato intenso il lavoro profuso da parte di tutta la squadra di governo e dei consiglieri comunali. Tra gli obiettivi principali raggiunti dall’amministrazione Mazzaroppi, sicuramente c’è l’approvazione del rendiconto 2012, con un avanzo di un milione e 200 mila euro: si tratta di una vittoria di cui il sindaco rivendica i meriti. Uno dei primi atti dopo l’insediamento è stato infatti quello di invalidare il rendiconto approvato dalla precedente giunta: un documento che non rispettava i parametri imposti dal patto di stabilità e avrebbe comportato delle grosse penalizzazioni per il Comune. Ma l’approvazione in consiglio comunale del nuovo rendiconto ha permesso di rispettare il “patto”, garantendo una maggiore stabilità per le casse del Municipio.

Per il Comune di Aquino ci sono state tante “prime volte” dopo l’insediamento della nuova amministrazione: quest’anno per esempio è stato elaborato un cartellone unico degli eventi estivi, “Restate ad Aquino”. Mai era accaduto in precedenza. Ci sono state manifestazione dal grande spessore culturale, come il concerto dei Cornisti “Guelfo Nalli” che si è tenuto nella Chiesa della Madonna della Libera, o la rievocazione del bombardamento della città in occasione del 70esimo anniversario.

C’è stata l’adesione al manifesto della legalità contro il gioco d’azzardo, che dispone tra l’altro anche norme molto severe riguardo la distanza di sale slot da istituti scolastici, piazze e centri di aggregazione sociale. L’organizzazione all’interno del palazzo comunale poi è stata completamente rivista, con un nuovo organigramma per il personale in servizio e la porta dell’ufficio del sindaco sempre aperta per accogliere i cittadini.

Fruttuosa è anche la collaborazione con la dirigenza dell’istituto comprensivo: l’amministrazione ha cercato di dare risposte concrete, per esempio con l’acquisto di nuovi banchi per le aule scolastiche o con i lavori di manutenzione che sono stati eseguiti tramite lo strumento dei voucher. Altrettanto positivo è l’ottimo rapporto instaurato con altri enti, come per esempio il Consorzio di Bonifica Valle del Liri: una collaborazione che ha permesso anche la pulizia completa dei canali e dei fossi di tutta la città. Stanno poi per essere completati i lavori di messa in sicurezza e caratterizzazione della zona Pilozze (nei pressi del campo d’aviazione): l’obiettivo dell’amministrazione è quello di rassicurare la popolazione circa i tipi di rifiuti che sono stati depositati in passato. Sul fronte edilizia popolare, grazie al sollecito del sindaco, stanno per partire i lavori per 400mila euro sulle due palazzine Ater in Via Mazzaroppi, mentre anche per il centro storico la solerzia del nuovo governo cittadino ha permesso di recuperare un finanziamento che era andato perso.

Per quanto riguarda poi il rischio sismico, è stato finanziato uno studio sulla micro zonizzazione del territorio comunale: si andranno così ad individuare eventuali aree sensibili, in modo da poter poi chiedere altri finanziamenti per intervenire e procedere alla messa in sicurezza degli edifici pubblici. A breve partiranno poi i lavori di bitumatura di molte strade.

Il primo cittadino, Libero Mazzaroppi, non può che esprimere grande soddisfazione per quanto è stato fatto finora: “Con il nostro lavoro ed il nostro impegno abbiamo segnato la rottura con il passato e abbiamo riconquistato credibilità per la nostra città. Stiamo rispondendo alle esigenze dei cittadini nella maniera più oggettiva possibile, lasciando da parte ogni faziosità e facendo scelte nel segno della collegialità.”

I primi cento giorni sono trascorsi, nel segno dell’impegno e dei successi, ma tra poco ci sarà un nuovo traguardo: il via alla raccolta differenziata.

Menu