lunedì 16 luglio 2012

Annalisa D’Aguanno: “Uniti per difendere lo stabilimento Fiat di Piedimonte. No all’accorpamento con Pomigliano”

“Plaudo all’iniziativa del sindaco di Piedimonte San Germano di portare in Consiglio un argomento così importante come la situazione generale della Fiat e in particolare i possibili risvolti che la stessa potrebbe avere in ambito locale, specie alla luce delle recenti dichiarazioni dell’Amministratore delegato dell’Azienda torinese Sergio Marchionne. Infatti, l’ipotesi di accorpamento dello stabilimento di Piedimonte con quello di Pomigliano, se tradotta in realtà, sarebbe una catastrofe per la nostra provincia.

In gioco ci sono migliaia di posti di lavoro. Un colpo che il territorio non potrebbe reggere, specie in una situazione di crisi internazionale come quella che stiamo vivendo. Occorre mettere in campo uno sforzo sinergico, che coinvolga tutti, dalle maestranze alle istituzioni civiche, dalla popolazione al mondo della politica.

Ribadisco quindi la necessità di adottare tutte le iniziative preventive possibili, e questa di oggi (lunedì 16 luglio, ndr) va già in tale direzione. Personalmente sto seguendo la vicenda con grande attenzione, giorno dopo giorno, e sono pronta a mettermi in prima fila per la tutela di un bene, qual è la fabbrica Fiat di Piedimonte, che a ragione può essere considerata uno degli ultimi baluardi della nostra economia”.

Lo ha dichiarato Annalisa D’Aguanno, vicepresidente della commissione regionale Lavoro, che per importanti impegni già presi in precedenza non ha potuto partecipare al consiglio comunale svoltosi oggi alle 18 (lunedì 16 luglio, ndr) a Piedimonte San Germano. La D’Aguanno ha in merito ringraziato il sindaco sia per l’iniziativa intrapresa sia per l’invito a partecipare ricevuto

PUBBLIREDAZIONALE - Un lavoro costante ed equilibrato svolto per un periodo compreso tra le sei e le otto settimane è in genere ideale per poter recuperare le facoltà motorie e reimpossessarsi della propria quotidianità.

PUBBLIREDAZIONALE - Un punto di riferimento per chi è in cerca di assistenti familiari/badanti. La sede è a Sora in viale S. Domenico n.1