Mercato: Annalisa D’Aguanno spinge per uno spostamento immediato in centro

Mercato in centro si o no? Il tema continua ad essere al centro del dibattito cittadino ma di fatti concreti finora non se ne sono visti. Tant’è che in seno alla competente commissione consiliare si continua a tergiversare, come dimostrato anche nell’ultima riunione di lunedì scorso in cui non si e’ approdati ad alcuna decisione definitiva, come invece da più parti auspicato, restando ancora sul tavolo ipotesi opposte ed antitetiche.

E mentre si continua con questo balletto, a ribadire con forza la propria posizione è Annalisa D’Aguanno, che sul mercato ha avuto sempre idee molto chiare. <Le bancarelle – ha evidenziato di nuovo l’esponente del Pdl – vanno riportato in centro. Le condizioni per farlo ci sono e da tale operazione trarrebbero vantaggio sia i commercianti a posto fisso sia quelli ambulanti. Nello stesso tempo si creerebbero le premesse per un rilancio del commercio in generale e in particolare, tramite esso, della zona più centrale della città.

L’amministrazione comunale dovrebbe quindi passare rapidamente dalle parole ai fatti concreti per bloccare l’emorragia che sta colpendo il commercio, fisso e ambulante, e rilanciarlo. Riportare i banchi del mercato nell’area che insiste su viale Dante, corso della Repubblica e piazza Diamare significherebbe restituire vita a quella zona, oggi duramente penalizzata dall’assenza di adeguate politiche di sviluppo e rilancio. Certo – ha argomentato ancora l’esponente del Pdl – sono cosciente del fatto che tale iniziativa non risolverebbe tutti i problemi del commercio di Cassino e di quelli del centro in specie, ma andrebbe vista come il punto di partenza di una più organica politica di rilancio fatta di investimenti, incentivi anche fiscali, miglioramento dell’arredo urbano, organizzazione stabile e continua di eventi, sostegno alle attività commerciali esistenti e alle nuove, facilitazioni per i giovani e tanto altro ancora. Ovviamente andrebbero risolti i problemi legati alla sicurezza, comunque esistenti anche nell’attuale sede, ma per fare ciò basta sedersi a tavolino con esperti del settore e le soluzioni, che esistono, possono essere trovate>.

Menu