11 settembre 2013 redazione@ciociaria24.net

Abbruzzese e Fardelli su messa in sicurezza superstrada S.Elia-Belmonte “Chiediamo un incontro tra Regione, Astral e Comitato Olivella. Utenti e abitanti hanno bisogno di certezze”

“La superstrada regionale 509 nel tratto che tra S.Elia Fiumerapido e Belmonte Castello sovrasta la frazione Olivella, necessita di immediati interventi di messa in sicurezza definitivi”. Questo in sostanza il contenuto della richiesta che i consiglieri regionali Mario Abbruzzese e Marino Fardelli fanno all’Astral e alla Regione Lazio a seguito della frana che qualche settimana fa ha messo in serio pericolo le abitazione sottostanti e le automobili in transito con la conseguenza ulteriore della chiusura della circolazione e del congestionamento delle strade sottostanti non adatte a sostenere un simile traffico diurno e notturno. Un enorme masso si staccò dalla roccia finendo sulla superstrada e poi nella scarpata fermando la sua corsa a meno di cento metri da tre abitazioni e sfiorando, nel rotolare, alcune auto di passaggio.

Sulla vicenda ha relazionato, in maniera dettagliata su quanto accaduto e sugli interventi di somma urgenza in programma, il Comitato cittadino Olivella a difesa del territorio che, appellandosi ai consiglieri regionali Abbruzzese e Fardelli, ha auspicato un loro intervento, quali rappresentanti del territorio eletti alla Pisana. La risposta non si è fatta attendere tant’è che con un intento comune, chiederanno un incontro tra la Regione, l’Astral e il Comitato Olivella, al fine di trovare una risposta immediata alle segnalazioni che se avessero avuto riscontro anche in minima parte in passato, così come si legge nella lettera del Comitato, con ogni probabilità oggi le autorità preposte non sarebbero costrette ad attuare un intervento sull’onda dell’urgenza.

I consiglieri regionali Abbruzzese e Fardelli definiscono la superstrada una “importante e fondamentale arteria di collegamento che già per la sua strutturazione rappresenta un pericolo come ci testimoniano i continui incidenti a monte e a valle. La minaccia visibile ad occhio nudo di sporgenti massi, la rende insicura e pericolosa non solo per le automobili e i tir in transito, ma anche per le abitazioni sottostanti che vivono continuamente nella paura. La necessità di un incontro tecnico tra la Regione, l’Astral e il Comitato Olivella è quanto mai necessario” sostengono i consiglieri regionali Mario Abbruzzese e Marino Fardelli.

Menu