24 febbraio 2012 redazione@ciociaria24.net

Abbruzzese al convegno per le donne: “è con voi che può ripartire lo sviluppo nel nostro paese”

Nonostante le resistenze di una tradizione maschile radicata nel tempo e che ha ostacolato l’inserimento delle donne nel campo lavorativo, imprenditoriale, sociale e politico, oggi quest’ultime hanno raggiunto importanti traguardi e in moltissimi casi hanno dimostrato di saper fare meglio degli uomini. Non è un caso che le imprese ‘in rosa’ continuino a crescere ad un ritmo superiore a quello medio dell’imprenditoria nazionale, soprattutto nel Lazio e più in generale nelle regioni del Centro Italia”. E’ quanto ha detto il Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abbruzzese, intervenendo questa mattina al convegno ‘150 anni: prosegue il cammino delle donne’, organizzato dalla Consulta femminile regionale per le pari opportunità al Tempio di Adriano a Roma.

Autorevoli economisti – ha continuato Abbruzzese – sostengono che il lavoro delle donne sia oggi il più importante motore dello sviluppo mondiale, teoria economica sintetizzata anche dal termine Womeconomics. Se da un lato le stime della Banca d’Italia ci dicono che portando l’occupazione femminile al 60% otterremmo un aumento del 7% del prodotto interno lordo, dall’altro assistiamo in Italia ad un aumento della disoccupazione femminile. Condivido quindi ciò che ha voluto sottolineare anche il premier Monti in un suo intervento a questo proposito sull’importanza che le donne rivestono nel nostro Paese, in termini di benessere per le famiglie, ma anche per l’economia. E’ da qui che dobbiamo ripartire evitando qualsiasi forma di esclusione dal mondo del lavoro”.

La Consulta femminile del Lazio che esiste dal 1976 – ha concluso Abbruzzese -, ha sempre dato un importante contributo in tal senso e lavora anche oggi per facilitare questo rinnovamento culturale. Dobbiamo dunque continuare su questa strada, creando proposte di politiche femminili e di welfare a misura di famiglia”.

Menu