45mila metri quadri di rifiuti tra Pignataro e Cassino: denunciate 4 persone per reati ambientali

Nel corso di specifica attività operativa a tutela dell’ambiente e della salute pubblica, svolta in collaborazione con il Reparto Aeronavale, la Compagnia della Guardia di Finanza di Cassino ha individuato tre aree, nei Comuni di Cassino e di Pignataro Interamna, ove erano stati stoccati abusivamente rifiuti e materiali di scarto di qualsiasi genere.

Dopo i necessari accertamenti e riscontri, le Fiamme Gialle di Cassino hanno circoscritto le tre aree, della superficie complessiva di oltre 45 mila metri quadrati, nelle quali erano stati depositati rifiuti solidi speciali, rottami ferrosi, scarti della lavorazione industriale, carcasse di autoveicoli in disuso e materiale plastico, e denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino 4 persone responsabili di reati ambientali.

I rifiuti, in evidente stato di abbandono incontrollato e corrosi dall’azione degli agenti atmosferici, per la loro natura risultano potenzialmente lesivi dell’ecosistema del terreno e delle falde acquifere sottostanti. Sul posto sono interventi anche i tecnici dell’ARPA per la predisposizione della relazione tecnica dei siti sottoposti a sequestro, in relazione ai quali sono state interessate le Amministrazioni comunali competenti per la vigilanza sulle operazioni di bonifica.

Nel corso delle operazioni di servizio, inoltre, sono stati intrapresi accertamenti di polizia tributaria nei confronti di due società risultate avere sede all’interno di uno dei siti sequestrati.

Menu